Matelica beffato nel finale dalla Jesina, Tiozzo: "Abbiamo smesso di giocare" Gianangeli: "Ogni domenica sarà una battaglia"

Gianangeli 2' di lettura 17/09/2017 - Festa Jesina in casa del Matelica grazie alle reti nel finale di Pierandrei e Sassaroli.

Nel primo tempo un ottimo Matelica non è riuscito a chiudere un match (leggi) che poi nei minuti finali è stato completamente ribaltato dalla grinta degli ospiti. "Nel calcio non si possono avere questi abbassamenti di attenzione - ha commentato a fine match mister Tiozzo - Sull'1 a 1 abbiamo avuto un pizzico di paura anche se pensavamo di poter recuperare. Purtroppo però alla fine l'abbiamo persa. Nel calcio le partite durano 96 minuti e dobbiamo essere determinati per tutto il tempo."

In 8 minuti infatti la Jesina è stata brava ad approfittare di due momenti di disattenzione del Matelica e recuperare il gol di Gioè realizzato ad inizio partita. "Dovevamo palleggiare un pò di più nel secondo tempo - ha detto ancora Tiozzo - invece abbiamo smesso di giocare. Più passano i minuti e più dobbiamo avere fame, non l'inverso. Mangiarsi le mani una volta va bene, ma sempre no."

Discusso l'episodio del presunto rigore per un fallo su Gioè nel primo tempo. "Con il Var avremo segnato il 2 a 0 e loro avrebbero avuto un uomo in meno" ha detto Tiozzo. Indeciso invece l'allenatore della Jesina Franco Gianangeli, che ha ammesso di non aver visto bene l'episodio dalla distanza, "ma se l'arbitro che era lì vicino non ha fischiato, il rigore non c'era" ha affermato.

Aldilà del discutibile penalty non concesso, la Jesina ha dimostrato di aver tutte le carte in regola per fare un buon campionato. "Ogni domenica sarà una battaglia - ha aggiunto Gianangeli - però con questo spirito possiamo raggiungere tranquillamente la salvezza, ovvero l'obiettivo fissato dalla società".

Gianangeli ci ha tenuto a fare i complimenti alla sua ex squadra. "Faccio i complimenti al Matelica per la buona partita - ha riferito il mister della Jesina - non ha nomi altisonanti, ma tanti giocatori importanti che chi capisce di calcio sa che gli permetteranno di lottare per il titolo".

Sulla partita analisi lucida di una gara a due facce. "Nel primo tempo abbiamo concesso troppo, giocando con il freno a mano tirato - ha ammesso Gianangeli - Sul gol di Gioè abbiamo un pò dormito, ma nella seconda frazione di gara abbiamo messo in campo qualcosa in più. Faccio i complimenti non solo al Matelica, ma anche ai miei ragazzi perché in settimana molti giocatori hanno avuto problemi fisici e per la gara di oggi hanno stretto i denti dando tutto quello che avevano."






Questo è un articolo pubblicato il 17-09-2017 alle 18:10 sul giornale del 18 settembre 2017 - 2395 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica, calcio, Jesina, serie d, Riccardo Antonelli, articolo, matelica - jesina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aM7X





logoEV