Le lacrime del Matelica, la gioia della Vis Pesaro: cala il sipario sul girone F di Serie D

3' di lettura 07/05/2018 - Tutto in 90 minuti. Il verdetto atteso per l'intera stagione è arrivato nel pomeriggio di domenica 6 maggio al termine delle due sfide Castelfidardo - Vis Pesaro e Avezzano - Matelica.

A Castelfidardo i pesaresi hanno subito fatto capire che aria tirava andando sul 3 a 0, spaventandosi poi per il parziale 3 a 2 e infine attendendo il finale di Avezzano forti del 4 a 2 conclusivo.

In Abruzzo invece, davanti a centinaia di stoici tifosi biancorossi che oltre alla lunga trasferta hanno subìto anche il prezzo del biglietto per il settore ospite di 20 euro, il Matelica ci provava in tutti i modi nei primi 45 minuti, con un portiere avversario miracoloso capace di parare anche il rigore di Kyeremateng. Nella ripresa invece il solito Dos Santos ha scombinato tutti i piani di mister Tiozzo che aveva appena fatto entrare D'Appollonia per dare uno scossone alla partita. Finirà 1 a 0 per la squadra di casa tra qualche goccia di pioggia e le lacrime dei giocatori matelicesi a bordo campo.

Esplode quindi la gioia a Castelfidardo, con i pesaresi che possono festeggiare la C. A loro va dato il merito di non aver mai mollato neanche quando erano a 11 punti dalla capolista Matelica, protagonista di una prima parte di stagione da urlo. Il calo di risultati nell'ultima parte del campionato ha poi mescolato di nuovo le carte, permettendo alla Vis di prendere ulteriormente coraggio fino alla vittoria finale.

Ora Tiozzo e i suoi dovranno giocare i playoff contro L'Aquila, domenica alle ore 15 nello stadio di località Boschetto. La vincente affronterà poi una tra Pineto e Avezzano.

Inutile fare analisi su quanto successo ad Avezzano: la squadra di mister Giampaolo ha dimostrato di avere un grande attaccante, Dos Santos, ma soprattutto di essere una formazione che quest'anno ha fatto cose straordinarie, con sole 4 sconfitte e con la miglior difesa del girone. Come confermato a fine match dal presidente Paris, quella dei marsicani è una società che punta seriamente alla serie C e se non ci è riuscita questa stagione, ci riproverà la prossima.

Infine, sponda Matelica, credo vada sottolineato il lavoro del direttore sportivo Andrea Maniero e quello dell'allenatore Luca Tiozzo. Il primo ha costruito da zero una rosa di giocatori che si sono trovati benissimo insieme fin dal primo giorno, con diverse individualità significative. Il secondo invece ha dato un modulo e degli ordini precisi ai ragazzi, lavorando molto sulla parte emotiva di ognuno di loro. Coerenza, preparazione e umiltà che chiunque ha seguito da vicino questa squadra ha potuto notare settimana dopo settimana. Resta l'amarezza per quella ciliegina sulla torta che purtroppo, anche se meritata, alla fine non è arrivata.

(clicca sulle immagini per ingrandire)








Questo è un editoriale pubblicato il 07-05-2018 alle 12:50 sul giornale del 08 maggio 2018 - 2054 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica, serie d, Riccardo Antonelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aUg6





logoEV
logoEV