Si apre il Festival organistico d'Esino a Esanatoglia

2' di lettura 07/05/2018 - Un suggestivo concerto di organo, tromba e trombone ha aperto, venerdì 4 maggio, la terza edizione del Festival organistico d’Esino, nell’antica Chiesa Pieve di Sant’Anatolia ad Esanatoglia.

L’Ensemble Trio “Girolamo Frescobaldi”, in un ricco repertorio cinquecentesco e barocco, ha catturato l’attenzione del pubblico, attento estimatore di musica straordinaria. I tre esecutori, Mario Caldonazzi alla tromba, Fabio Mattivi al trombone e Luca Migliorelli all’organo, hanno portato all’ascolto un ricco repertorio di autori italiani (Zipoli, Frescobaldi, Anonimo pistoiese) e europei (Pezel, Fischer, Haendel, Purcell, Gounod).

Una partitura di J. Clarke, Trumpet Voluntary ha chiuso il repertorio, facendo conoscere, insieme alla March di Purcell, musica della scuola inglese. I musicisti alla tromba e trombone, provenienti da Trento sono impegnati nella scena musicale italiana e internazionale da decenni, nella divulgazione di repertori antichi e contemporanei. Il M° Migliorelli, impegnato in ambito concertistico e direttore artistico del Festival, dirige la scuola civica “Toscanini 79” di Matelica e collabora da anni con l’amministrazione comunale di Esanatoglia per la valorizzazione del territorio, anche in ambito musicale.

Le atmosfere e le sonorità, per lo più, trionfanti degli ottoni hanno esaltato le straordinarie potenzialità espressive dell’organo cinquecentesco. I tre strumenti, magistralmente interpretati, hanno dato prova dell’origine della parola “concerto”, ossia con-certame, dall’etimologia latina, una gara, una sorta di contesa fra più strumenti, nello stesso tempo insieme legati da un’unione di note che porta all’unisono. La perfetta collaborazione delle tre partiture ha, via via, lasciato l’organo solo protagonista, sottolineando nel festival organistico la voce straordinaria di uno strumento antico, fra i rarissimi esemplari, ormai, perfettamente funzionanti in Italia.

Consapevoli di tale ricchezza, il sindaco della città Luigi Nazzareno Bartocci e la sua vice Debora Brugnola, hanno espresso grande orgoglio, nel patrocinare il Festival nella terza edizione, dando invito per le serate a seguire del venerdì 11 e 25 maggio. Patrimonio di tutti diventa ogni strumento che sa manifestare magistralmente la forza prorompente della musica, fino a tradurla in forte emozione, all’orecchio di chi la sa apprezzare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2018 alle 14:52 sul giornale del 08 maggio 2018 - 692 letture

In questo articolo si parla di matelica, spettacoli, esanatoglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aUho





logoEV
logoEV