Ciccardini: "Matelica, il più bel campionato che ricordi. Maggiore condivisione degli oneri è un passo obbligato"

Oliveira Matelica 2' di lettura 25/05/2018 - Non conosco quali saranno le scelte del Presidente Canil e della dirigenza della SS Matelica, ma sono convinto che siamo prossimi a un bivio per il calcio a Matelica.

Sono anni che la società investe e spende molti soldi nell’attività sportiva. I risultati sono sempre stati di prim’ordine e mai come quest’anno, con il più bel campionato che io ricordi. Continuare su questi livelli è impegnativo, una maggiore condivisione degli oneri è un passo obbligato se si vuole continuare a operare dignitosamente a questi livelli.

Due post dell’ultima ora, sull’argomento, mi hanno fatto riflettere: la lettera dei tifosi a Canil (leggi) e il comunicato dell'assessore allo sport Cinzia Pennesi (leggi). A mio avviso a entrambi manca qualcosa. Nel primo gli attestati di stima sono necessari ma non più sufficienti, oggi ritengo c’è bisogno di un sostegno economico concreto (sponsor) da parte degli imprenditori economici locali, non ultimo quelli che in prima battuta hanno “goduto” dei vantaggi economici di una squadra in serie “D”. Mentre da parte degli appassionati/tifosi va garantito, per una pronta cassa iniziale, un livello minimo di abbonamenti di 400/500 unità.

Nel suo intervento l’assessore Pennesi dovrebbe chiarire meglio le reali intenzioni dell’amministrazione, una festa ci dice poco. In particolare, non sottolineare la disponibilità dell’assessore Montesi nel chiedere specifiche in Questura per capire l’entità dei lavori da fare, ma indicare se e in quale misura l’amministrazione è intenzionata a sostenere i costi per adeguare l’impianto, nel solco delle indicazioni della Questura, non fosse altro per il dovere di un’amministrazione di sindacare la possibile ma infelice scelta di lasciare Matelica. Superfluo è rimarcare che “l’amministrazione comunale permette la gestione e l’utilizzo di tutti gli impianti sportivi in maniera gratuita e anzi, spesso, mettendo risorse dal bilancio, e non sono molti i comuni a farlo, anzi, la tendenza è l’esatto contrario”, da noi è stato fatto sempre così.

Ultima annotazione è in merito al rispetto della convenzione, mi sembra che la SS Matelica abbia già fatto molto per rispettare la convenzione, ha realizzato il manto in sintetico coprendo i costi con fondi propri. Sarei invece curioso di sapere se nel bilancio comunale è stato imputato totalmente l’impegno di spesa per tutti e 15 gli anni?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2018 alle 22:26 sul giornale del 26 maggio 2018 - 2413 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aUXW





logoEV
logoEV