Impianti di Frontignano, Elena Leonardi: "Al di là delle sterili polemiche la mia menzione ha sortito gli effetti voluti"

 Proposta di legge 2' di lettura 22/06/2018 - La capogruppo regionale di FDI: "Basta ascoltare la registrazione del Consiglio Regionale e capire che è ora di chiuderla con questa polemica."

Il capogruppo regionale di Fratelli d'Italia, Elena Leonardi, interviene sulle ulteriori dichiarazioni dei rappresentanti di maggioranza regionale, Sciapichetti e Marconi, lasciando parlare i fatti: la mozione presentata lo scorso maggio ha scaturito, al di là di sterili polemiche, quello che si desiderava: lo sblocco di una parte, seppur limitata, dei fondi necessari a far ripartire le seggiovie in quota nel comune di Ussita.

Sugli impianti denominati "Lo Schiancio-Le Saliere" e "Pian dell'Arco- Belvedere", e sulla relativa anticipazione finanziaria chiesta con l'atto dello scorso 25 maggio a firma Leonardi, è evidente che i due politici si "arrampicano sugli specchi".

"Ricordo – afferma la Leonardi – che quel giorno in Consiglio Regionale la risposta degli Uffici competenti era già in mano al Presidente Ceriscioli, ma il consigliere dell'UdC Marconi è intervenuto affermando – ed è registrato – che questa anticipazione per Frontignano non si poteva fare "perché avrebbe creato un precedente"."

"Sciapichetti – prosegue la Leonardi – lo ha seguito a ruota affermando che la mozione doveva essere ritirata. Qualche giorno dopo lo stesso assessore Sciapichetti incontra il Sindaco di Ussita e lo informa che le opere potranno essere cantierate "per stralci funzionali", una soluzione, questa, che conferma quanto proposto dalla mozione".

"Quello che avvilisce è che queste polemiche sono fatte su argomenti così delicati come la ricostruzione post-terremoto; così come accaduto per altre situazioni portate avanti dalla sottoscritta, continua la Leonardi, occorrerebbe un maggior spirito di collaborazione tra forze politiche, senza mettere veti quando proposte utili e fattivamente realizzabili, come questa di Frontignano, provengono dalle attuali minoranze regionali. Sciapichetti e Marconi, si legge, "tengono a precisare che non c'era assolutamente bisogno di muoversi in quel senso poiché la procedura era già predisposta".

"Allora perché – continua la capogruppo di Fratelli d'Italia – nell'Aula durante il Consiglio Regionale hanno affermato proprio il contrario?"

Conclude Leonardi: "Gli atti sono pubblici e visionabili, ricordo ancora che quello che Sciapichetti e Marconi hanno detto che non si poteva fare, nel medesimo momento veniva autorizzato dalla Regione stessa; le date parlano chiaro: la Regione si è attivata solo dopo la mia mozione mi ritengo pertanto soddisfatta di questo risultato anche se attendo ovviamente di vederlo realizzato."


da Gianluca Castagnani
Segreteria Gruppo Lega Nord Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-06-2018 alle 16:25 sul giornale del 23 giugno 2018 - 393 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, violenza di genere, sindaco di gabicce, castagnani, sala del Consiglio regionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aVTG





logoEV
logoEV