Branduardi in concerto per RisorgiMarche a Crispiero: le info utili

2' di lettura 02/07/2018 - Tutto pronto a Castelraimondo per il concerto di Angelo Branduardi, che sarà martedì pomeriggio alle ore 16 e 30 ai Piani di Crispiero (territorio a confine con Camerino e Serrapetrona) nell'ambito della rassegna di solidarietà RisorgiMarche.

Per chi venisse da Castelraimondo, il luogo dove si svolgerà il concerto si raggiunge imboccando dalla provinciale 361 la strada che porta alla frazione di Crispiero. Lì, seguendo le indicazioni, si raggiungono in poco tempo le zone adibite a parcheggi, che distano circa 1 km dal concerto, con un tempo medio di percorrenza a piedi di 15 minuti con lieve dislivello.

C'è grande attesa nella cittadina per il concerto di Angelo Branduardi, e le attività tutte - i bar, i ristoranti, le pizzerie, le gelaterie e i negozi di Castelraimondo – si stanno preparando per il Dopofestival di Risorgimarche, con menù speciali e musica dal vivo per concludere in bellezza la giornata all'insegna della solidarietà, della natura, della grande musica e del nostro bellissimo territorio.

AUTO E MOTO
È stata predisposta un’ampia area parcheggio. Non sono previste prenotazioni on line di pass per auto e moto. BICI Nessun tipo di restrizione numerica per l’accesso diretto con le biciclette.

DISABILI
Le persone con disabilità motorie potranno raggiungere con i propri automezzi le immediate vicinanze del luogo di spettacolo, dopo aver acquisito le informazioni necessarie attraverso la mail disabili.risorgimarche2018@gmail.com. Sarà predisposta una speciale area di parcheggio. L’ultimo tratto da percorrere – pochi metri – è su prato o terreno sconnesso, per cui è necessario essere attrezzati o accompagnati.

PIANI DI CRISPIERO MONTE D’ARIA
I piani di Crispiero prendono il nome dalla vicina omonima frazione del Comune di Castelraimondo e si trovano ad una quota di circa 750 mt. L’area ha un isolato e vario territorio naturale, fatto di paesaggi montani ma anche di colline che si estendono fino al vicino Comune di Serrapetrona. Anche questa zona è ricca di storia, di castelli di epoca medievale e di torri di avvistamento, come le più conosciute Fanula e Guardia, facenti parte di un sistema fortificato che si estendeva dai Monti Sibillini alla valle dei fiumi Potenza e Chienti, che rappresentavano i punti chiave di tutto lo schieramento difensivo dello Stato di Camerino. Un’area che si sviluppa alle pendici del Monte d’Aria (quota 956 mt), verso il fosso di Sant’Eustachio e la Valle dei Grilli, che permette di godere della vista in più direzioni, e quindi di ammirare dagli appennini fino al mare, oltre le dolci colline marchigiane e i disseminati borghi medievali.


da Comunicamonti
Comunicazione e formazione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2018 alle 17:44 sul giornale del 03 luglio 2018 - 865 letture

In questo articolo si parla di attualità, castelraimondo, comunicamonti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aWcD





logoEV
logoEV