Il Rotary di Camerino festeggia 50 anni: presentato il nuovo presidente e una nuova socia

3' di lettura 02/07/2018 - Il Rotary Club Camerino ha festeggiato mezzo secolo di vita, 50 anni di storia vissuta da protagonista attraverso i service organizzati a favore del territorio di appartenenza e per la sua continua valorizzazione sociale e culturale: un bacino importante che da Visso arriva a Matelica avendo come centro l'antica città ducale e che ha visto il sodalizio camerte impegnato in innumerevoli e prestigiose attività.

L'avvocato Corrado Zucconi Galli Fonseca ha ricordato, attraverso un interessante excursus storico arricchito dalla proiezione di foto dell'epoca, la fondazione del Club nel lontano maggio del 1968 ad opera di suo padre Giuseppe, anche lui avvocato, già socio del sodalizio di Macerata e primo presidente nell'anno rotariano 1968/'69. Il Rotary fin dalla sua nascita, avvenuta grazie al Club padrino di Foligno, ha avuto come soci le personalità di maggiore spicco del periodo, tra le quali l'allora rettore dell'Università di Camerino Professor Fulvio Crosara, nonché affermati professionisti tra avvocati, professori universitari, insigni studiosi, imprenditori e anche stimati politici.

Il sodalizio camerte, da sempre indissolubilmente legato alle vicende del proprio territorio a cui ha sempre offerto occasioni importanti di riflessione su vari temi, ha organizzato in questi lunghi 50 anni circa un centinaio di conferenze e convegni, nonché proposto iniziative e progetti di assoluto rilievo. Tra le varie tematiche affrontate ci sono quelle degli assetti amministrativi del territorio, che hanno visto nel tempo la perdita di tante Istituzioni tra uffici finanziari, reparti ospedalieri e, da ultimo, il tribunale, ma anche il tema della grande viabilità, in particolare il progetto della Quadrilatero, è stato occasione di incontro e oggetto di dibattito.

Attenzione privilegiata da parte del locale Club hanno avuto le vicende politiche e accademiche attraversate negli anni dal nostro Ateneo, mentre nel settore della cultura il Rotary ha offerto il suo contributo sostenendo mostre, concerti della Gioventù Musicale d’Italia e del Festival di Musica da camera, poi le attività sportive attraverso il Cus Camerino, senza dimenticare anche la promozione artistica del patrimonio culturale della nostra città. Ai festeggiamenti per il cinquantesimo anniversario hanno partecipato le massime autorità rotariane, tra le quali il Governatore del Distretto 2090 dott. Gabrio Filonzi, numerosi presidenti dei Club delle Marche e dell’Umbria e, soprattutto, molti degli ex presidenti del sodalizio camerte che sono stati omaggiati con una pergamena e una medaglia fatta coniare per l’occasione, rappresentante l’effige di Rocca Varano.

Dopo la relazione del presidente uscente Prof. Piergiorgio Fedeli, che ha illustrato nel dettaglio l’intensa attività di service svolta nel trascorso anno rotariano, ha avuto luogo il passaggio del martelletto con il nuovo presidente, per l’anno 2018-19, Roberto Santacchi. L’emozionante giornata si è conclusa con l’ingresso di una nuova socia, che va ad arricchire con le sue qualità umane e competenze professionali il vivace Club camerte: si tratta della stimata e brillante professoressa Isolina Marota, docente dell’Università di Camerino della Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2018 alle 17:41 sul giornale del 03 luglio 2018 - 1189 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aWcC





logoEV