Si avvia la collaborazione tra Unicam e la European Spirit of Youth Orchestra

4' di lettura 17/07/2018 - Prende ufficialmente il via la sinergia tra l’Università di Camerino e la European Spirit of Youth Orchestra (ESYO), creata e diretta dal maestro Igor Coretti Kuret, un progetto unico nel panorama delle orchestre sinfoniche giovanili internazionali, che comprende settanta giovani provenienti da undici paesi europei.

Per rilanciare il territorio, per promuoverlo a livello nazionale ed internazionale attraverso un linguaggio molto vicino alla sensibilità di ciascuno, quello della musica e dell’arte, l’Università di Camerino ha dato vita al “Centro per la musica e le arti figurative”, attraverso le attività del Coro universitario e della European Spirit of Youth Orchestra (ESYO). Unicam, infatti, ritiene che la formazione universitaria debba accompagnarsi anche ad una formazione culturale che metta al centro le arti, in tutte le sue accezioni, come momento di crescita culturale e maturazione personale.

E proprio a suggellare questo straordinario connubio, la ESYO sarà a Camerino per una tappa della tournee estiva 2018, con il concerto “Trans Europa Express - Tamburi di pace 2018”, che si terrà il prossimo 20 luglio all’Auditorium Benedetto XIII; nel pomeriggio del 17 luglio si terrà un’esperienza di team building mentre alle ore 17:00 sarà possibile assistere alle prove aperte. La Esyo, che si rinnova ogni anno coinvolgendo musicisti sempre nuovi selezionati nelle maggiori scuole di musica europee, vuole rappresentare un viaggio tra note e parole che attraversa il continente per promuovere il dialogo interculturale e la costruzione di un’identità comune. Una scuola di convivenza per giovani talenti di culture diverse creata dal maestro Igor Coretti Kuret, direttore d’orchestra di origini slovene che da oltre vent’anni offre a nuove generazioni di musicisti l’occasione di vivere un’esperienza sinfonica e al tempo stesso di confrontarsi con i valori della cooperazione e dell’impegno civile.

Dal 2015 la voce di Paolo Rumiz, scrittore e giornalista di fama internazionale, è diventata parte integrante dell’orchestra. Le sue composizioni narrative, modulate sulle sinfonie, si sviluppano attorno a un tema diverso ogni anno. La tournée 2018, intitolata Trans Europa Express, prenderà spunto dal concetto di confine, percorrerà i fronti della Grande Guerra e attraverserà le frontiere politiche e fisiche dell’Unione Europea dopo un secolo di conflitti, pulizie etniche e migrazioni di massa. L’iniziativa è stata presentata oggi in Ateneo nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il Rettore Unicam Claudio Pettinari, il maestro Igor Coretti Kuret, Paolo Rumiz ed il prof. Gilberto Pambianchi, direttore del “Centro per la musica e le arti figurative” di Unicam.

“E’ con grande soddisfazione – ha dichiarato il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari – che avviamo questa collaborazione con la European Spirit of Youth Orchestra, progetto di alta valenza formativa ed interculturale, che abbiamo fin da subito sostenuto per i valori che vuole trasmettere, voluti dal maestro e fondatore Igor Coretti, e condivisi da Paolo Rumiz. Sia i nostri studenti che la cittadinanza di questo nostro territorio potranno non solo godere di un meraviglioso concerto, ma anche tornare a casa arricchiti nell’anima, sia per i temi trattati che per la magistrale esecuzione dei giovani musicisti”.

“Dopo il concerto a Camerino della tournée 2017, abbiamo ritenuto importante ribadire l’impegno di ESYO in questo territorio – ha sottolineato il maestro Igor Coretti – lavorando, in sinergia con UNICAM, alla creazione del nuovo Centro per la musica e le arti figurative. Da questa stessa volontà viene la scelta di eleggere Camerino a sede delle prove d’orchestra per il periodo che ha preceduto il tour 2018, per dare un segno di vicinanza e rinascita alla popolazione così duramente colpita del sisma”.

“L'Europa è figlia dell'Appennino, e gli Italiani devono saperlo – ha dichiarato Paolo Rumiz. In Appennino è nato San Benedetto, il patrono d'Europa, colui che con l'Ora et Labora ha salvato un intero continente dalla barbarie, nei secoli del grande disordine dopo la caduta dell'impero romano. E' dunque giusto che qui, proprio qui, si provi a rilanciare l'idea di Europa in un momento in cui il vento della storia rischia di spazzarla via”.

In occasione della presenza dell’Orchestra e del maestro Coretti a Camerino, nel pomeriggio di martedì 17 luglio sarà proposta una esperienza di team building per comprendere la performance delle organizzazioni attraverso la scoperta dell’Orchestra sinfonica internazionale, rivolto a manager, imprenditori, responsabili e membri di organizzazioni non profit, dirigenti scolastici e formatori, dirigenti di strutture sanitarie, dirigenti di aziende pubbliche e private, responsabili e membri di unità produttive di piccole e medie imprese, scuole, comuni, regioni, finanza, banche. Le organizzazioni delle quali facciamo parte assomigliano in ogni caso a un complesso strumentale. Scopriamo cosa succeda nell’organizzazione di un’orchestra, Scopriamo le dinamiche del funzionamento e dell’organizzazione di un'orchestra sia nel ruolo del musicista sia nel ruolo del Maestro, per capire meglio le nostre aziende, le nostre strutture. L’azienda è un’organizzazione complessa, votata all’eccellenza, e, proprio come un’orchestra, si pone l’obiettivo di raggiungere il massimo nelle prestazioni e per conquistare pubblico e mercati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-07-2018 alle 17:27 sul giornale del 18 luglio 2018 - 300 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, Unicam

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aWHw





logoEV
logoEV