Punto nascita San Severino, Zaffiri risponde a Bisonni: "Attacco strumentale che ci lascia stupiti"

Ospedale di San Severino 1' di lettura 01/02/2019 - “L'attacco di Sandro Bisonni nei confronti dei consiglieri del gruppo della Lega, in merito al ripristino del punto nascita di San Severino Marche, è da considerarsi un atto puramente strumentale e che ci lascia a nostra volta stupiti” – afferma il capogruppo Sandro Zaffiri.

Come tutti sanno la giunta Ceriscioli tre anni fa decise la chiusura del punto nascita. Una decisione contro cui il nostro gruppo si battè fortemente, non solo presentando Mozioni ma anche attraverso manifestazioni di protesta. “Voglio ricordare a Bisonni che difendere l'entroterra, affinchè si creino maggiori servizi ospedalieri, soprattutto in una zona duramente colpita dal terremoto, è da sempre una priorità della Lega ma non vogliamo prendere in giro i cittadini” spiega Zaffiri.

"Il gruppo non intende prendere assolutamente lezioni dal consigliere Bisonni il quale, il più delle volte, appoggia e difende la maggioranza, probabilmente alla ricerca di una prossima candidatura da consigliere regionale nel PD. Ciò che andrebbe fatto è, invece, ricercare tutte quelle forze politiche che intendono costruire un serio e concreto progetto di sviluppo per l'entroterra affinchè si realizzi quel “cambiamento” di cui la nostra regione ha urgentemente bisogno", conclude il capogruppo Zaffiri.


da Gruppo Consiliare Lega Nord Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2019 alle 19:50 sul giornale del 02 febbraio 2019 - 622 letture

In questo articolo si parla di politica, san severino marche, Gruppo Consiliare Lega Nord Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a3Se





logoEV
logoEV