Prima truffa riuscita, ritentano e vengono beccati. Denunciati in 3

1' di lettura 22/03/2019 - I Militari del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Macerata, hanno denunciato per truffa e tentata truffa in concorso tre soggetti, della provincia anconetana, due 37enni ed un 45enne.

Uno dei due 37enni, ex dipendente di una ditta di Apiro, commissiona al coetaneo di recarsi presso un’azienda di Ancona, dalla quale si serviva la ditta di Apiro, per acquistare materiale vario, consistente in caldaie e merce connessa, facendo emettere fatture a nome della sua ex ditta, ovviamente all’oscuro di tutto.

Il raggiro va a buon fine tanto che riescono a prelevare merce per circa 10.000 euro, che si sarebbero divisi una volta rivenduto il materiale.

Visto che la truffa era riuscita, lo stesso ex dipendente della ditta di Apiro contatta l'altro complice per mettere in atto lo stesso metodo presso una succursale della ditta di Ancona, questa volta a Macerata.

Ma nel frattempo, il titolare della ditta di Ancona, accortosi della truffa poiché la ditta di Apiro si era dimostrata estranea, avverte il collega di Macerata. Questi, nel momento in cui si presenta il soggetto per ritirare la merce, che era stato immortalato dalle telecamere presso l’azienda di Ancona, avverte i Carabinieri che interrompono l’azione criminosa, recuperando anche il materiale asportato in Ancona presso l’abitazione di uno dei tre complici.








Questo è un articolo pubblicato il 22-03-2019 alle 18:12 sul giornale del 23 marzo 2019 - 2726 letture

In questo articolo si parla di cronaca, macerata, ancona, apiro, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5EP