Santa Maria del Glorioso e Tullio Bugari protagonisti del weekend di San Severino

3' di lettura 04/04/2019 - In arrivo un altro fine settimana ricco di eventi e appuntamenti a San Severino Marche.

Sabato pomeriggio (6 aprile), alle ore 17, viene inaugurata, nella chiesa della Misericordia in piazza Del Popolo, la mostra “Santa Maria del Glorioso. 500 anni di fede”, a cura del Centro culturale “Andrej Tarkovskij”.

La mostra, patrocinata dal Comune di San Severino Marche, dall’Arcidiocesi di Camerino – San Severino Marche e dalla Regione Marche, sarà visitabile fino al 2 giugno il sabato e nei giorni festivi dalle ore 18 alle 20. L’esposizione di foto e documenti storici racconta il miracoloso evento della lacrimazione e la devozione per la Vergine che la popolazione settempedana, e non solo, ha sempre avuto in questi secoli.

Domenica (7 aprile) alle ore 16, i Teatri di Sanseverino presentano, per la rassegna “Incontri con l’Autore”, il libro di Tullio Bugari (nella foto) “La Simeide. Una lotta vincente”, Seri Editore. L’iniziativa verrà ospitata nell’ex centrale elettrica Ceci, a borgo Conce, e consentirà anche la visita al museo della produzione dell’elettricità, al museo del territorio e al Mani, il museo virtuale della manifattura. L’ingresso è gratuito.

La Simeide è l’epopea moderna di una fabbrica di operai di periferia. Racconta la meraviglia di una lotta vincente scoprendola dentro la quotidianità dei fatti vissuti in modo intenso e consapevole. Non erano ignari gli operai di ciò che accadeva attorno ma cercavano caparbiamente di esserne protagonisti, negli anni della partecipazione e dei consigli di fabbrica. E per riuscirci, dovevano farlo insieme alla città e comunità di allora, secondo i modi sociali, politici e istituzionali di partecipare, condividere e mobilitarsi. In un periodo in cui le forme sociali e politiche di rappresentanza subivano importanti cambiamenti, tra gli anni Settanta e l'inizio dei Novanta. La Simeide è il racconto dal punto di vista operaio della “vertenza” della Sima di Jesi, dall’emersione della crisi finanziaria nel 1977 a un nuovo assetto proprietario che garantiva la riassunzione di "quasi" tutti gli operai e il proseguimento dell’attività in cui la Sima era leader in Italia e in Europa.

La direzione artistica dei Teatri di Sanseverino comunica, infine, che il previsto spettacolo “Giulietto e Romea” della Compagnia “L’Alternativa”, in programma per sabato 6 aprile al teatro Feronia, è stato rinviato a sabato 11 maggio per esigenze della Compagnia e che il previsto incontro con la scrittrice Loretta Emiri, nella sede associazione La Zattera domenica 7 aprile. è stato rinviato a data da destinarsi per indisponibilità dell’autrice.

Intanto tutto è pronto, sempre a San Severino Marche, per ospitare l’ultima data della stagione di prosa dei Teatri: mercoledì 10 aprile, alle ore 20,45, al teatro Feronia andrà in scena, in abbonamento, “Don Chisciotte” con Alessio Boni, Serra Yilmaz e Marcello Prayer.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-04-2019 alle 16:17 sul giornale del 05 aprile 2019 - 646 letture

In questo articolo si parla di cultura, san severino marche, Comune di San Severino Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a59J





logoEV
logoEV