Fibra Ottica a Matelica? Solo a Manozzini grazie alla Newtec: "Per il resto della città sbucati fuori cavilli amministrativi"

Fibra ottica 3' di lettura 20/05/2019 - Abituati come oramai siamo a vedere tira e molla su grandi opere e infrastrutture – TAV sì o TAV no? Ponte sullo stretto sì o ponte no? – sicuramente ci sembrerà di poco conto quanto avviene a livello locale su aspetti decisamente meno cruciali.

Eppure, un po’ di amaro in bocca resta quando sentiamo che avremmo già potuto avere la Fibra Ottica a Matelica. Avremmo, il condizionale è d’obbligo, perché – a quanto pare – al momento è tutto fermo, o meglio, i fortunati abitanti del quartiere Manozzini questa estate navigheranno a 200Mb al secondo, mentre per gli altri… si tratta di aspettare e sperare.

Ma andiamo con ordine: la NEWTEC, azienda di Matelica nota a livello regionale per la fornitura di servizi internet, in modo particolare nelle zone disagiate, a metà settembre scorso parte con l’idea di cablare tutta la città. A spese proprie, ovviamente in chiave di investimento, ci mancherebbe. C’è però un nodo fondamentale. Come faccio a passare i cavi? Per utilizzare la canalizzazione esistente, infatti, come sta avvenendo nella maggior parte d’Italia, serve l’autorizzazione del proprietario, in questo caso il Comune. Precisiamo che questo è “normativamente” possibile, si tratta al fondo di trovare un accordo, ma – va da sé – al di là della concessione d’uso del passaggio, il resto delle spese per la stesura dei cavi necessari sarebbe a carico dell’azienda.

Detto-fatto! Neppure per idea, perché la burocrazia (siamo in Italia è bene ricordarlo) è sempre in agguato. Dopo diversi mesi di “tira e molla” sbucano alcuni “cavilli amministrativi” e quindi, il “NO” ufficiale da parte dell’Amministrazione Comunale per la copertura totale della cittadina. Addio sogni di surfate estive a velocità da urlo sul web!? Sì e no. NEWTEC, infatti, non si arrende e, approfittando di alcuni lavori di scavo in atto nel quartiere Manozzini, ecco che si “infila” (è proprio il caso di dirlo) dentro una canalizzazione che non è comunale e il progetto, quantomeno, vedrà la luce, se pur notevolmente ridimensionato.

I residenti di Manozzini festeggiano e si preparano a navigare alla grande già dalle prossime settimane, per tutti gli altri… non resta che sperare in un ripensamento dell’Amministrazione Comunale che – come hanno fatto in diverse cittadine – sappia mettere il necessario impegno per sciogliere certi “lacci”, in modo tale che tutti i matelicesi possano fruire di un servizio quantomai indispensabile oggi, sia per uso privato che – è bene sottolinearlo – per le piccole aziende e i professionisti.

Il terremoto è passato da quasi tre anni, infatti, e più che di emergenza sarebbe bene parlare di pianificazione e di sviluppo del territorio, possibile solo quando le sinergie pubblico-privato vengono messe in atto in modo sistematico.

(immagine di repertorio)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2019 alle 14:18 sul giornale del 21 maggio 2019 - 3827 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica, fibra ottica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7G5