Il sisma tra dolore e speranza nella mostra di Stefano Strangers a San Severino

1' di lettura 21/09/2019 - Un piccolo contributo alla memoria dei luoghi che sono stati colpiti dalla catastrofe del sisma e un omaggio all’ostinata speranza degli uomini e delle donne che li abitano, che non hanno mai smesso di battersi per una ricostruzione dignitosa e una vita degna di essere vissuta.

Martedì prossimo (24 settembre) sarà inaugurata alle ore 18 nel chiostro di San Domenico la mostra “Anime terremotate”. Il fotografo e fotoreporter indipendente Stefano Stranges, insieme alla giornalista Federica Tourn, ha messo insieme i volti e le storie di chi, tra Marche, Lazio, Abruzzo e Umbria ha vissuto uno dei drammi più dolorosi degli ultimi secoli nel centro Italia. “Sono persone che hanno lasciato la loro vita passata tra i mucchi di macerie, sono gli attori involontari di un dramma tutto italiano, quello della terra che trema, il dramma emblema della dimenticanza” – così Strangers descrive i protagonisti del suo racconto per immagini. L’autore, che sarà presente in occasione della cerimonia del taglio del nastro dell’evento culturale, si è mosso per settimane e settimane nelle zone del sisma. La mostra è parte di un progetto più ampio promosso dall’agenzia assicurativa Generali di Macerata con il patrocinio del Comune di San Severino Marche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2019 alle 15:38 sul giornale del 23 settembre 2019 - 1384 letture

In questo articolo si parla di cultura, san severino marche, Comune di San Severino Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baQC





logoEV