Al luogotenente Fertitta la medaglia Mauriziana: "Bello ed emozionante"

3' di lettura 06/12/2019 - Nuovo e significativo riconoscimento per il fresco Luogotenente Antonio Fertitta, attualmente alla guida del Nucleo Comando della Compagnia di Camerino.

Nei giorni scorsi ad Ancona è stato insignito della “Medaglia Mauriziana”, concessa dal presidente della Repubblica a Ufficiali e Sottufficiali delle Forze Armate al compimento di 50 anni e di servizio utile lodevolmente prestato. Per il 51enne Fertitta, ormai camerte adottato visti gli oltre 20 anni di servizio nella città ducale dove si è stabilito in modo permanente, è solo la conferma di un riconoscimento al suo impeccabile e sobrio modello di servizio già avuto nel corso della sua carriera dall’intera cittadinanza.

Infatti i 51 anni “lodevolmente prestati” includono agli anni di servizio (32 quelli del Luogotenente) al comando dei vari reparti, che nel caso di Fertitta sono ben 21, di cui 1 al Nucleo Radiomobile di Senigallia, quindi 1 alla stazione dei Carabinieri di Ancona di Piano San Lazzaro ed i restanti presso la stazione de la compagnia dei Carabinieri di Camerino dal 2000 in poi, dove in questo conteggio rientrano anche quelli nel ruolo di vice comandante di Compagnia.

Nell’anno ad Ancona, quando era maresciallo ordinario ed era addetto del Nucleo Operativo, partecipò ad una operazione investigativa importante conclusasi brillantemente che portò al recupero dell’intera refurtiva ed alla cattura di quattro banditi che avevano messo a segno una rapina a mano armata ai danni di una ditta di trasporti. Una carriera che lo ha portato comunque a fare tante esperienze, formative sia a livello professionale che umano, dove l’aspetto della sua affabilità è stato uno dei più importanti nel rapporto di lavoro e con la gente del territorio.

Stimato da superiori e colleghi il luogotenente Antonio Fertitta ha ricevuto con una certa emozione questa onorificenza, che gli è stata consegnata dal comandante della Legione Marche dei Carabinieri, il Generale di Brigata Antonio Fernando Nazzaro. Insieme a Fertitta altri 13 militari hanno ricevuto lo stesso riconoscimento nei giorni scorsi presso la Legione dei Carabinieri Marche di Ancona. “E’ stato bello ed emozionante allo stesso tempo – dice Antonio Fertitta – in quanto è un riconoscimento alla carriera per quello e soprattutto per come un militare ha fatto”.

Nel corso di 32 anni complessivi di servizio, dopo aver fatto esperienza nei primi anni in giro per le Marche, la maggior parte di questi li ha trascorsi a Camerino, dove ha ricoperto diversi ruoli. Alle prese con emergenze ed esperienze diverse, anche per Antonio Fertitta ci sono stati momenti più belli ed altrettanti meno, che hanno segnato i suoi ricordi: “Tra i ricordi più belli c’è sicuramente quello dell’esperienza investigativa vissuta nell’anno trascorso al Reparto Operativo di Ancona, in quanto l’attività dell’investigazione è bella ed interessante e ti affascina in modo particolare. Per quanto riguarda i momenti meno belli è ancora vivo quello dell’emergenza dell’ultimo terremoto del 2016 a Camerino, dove riamo rimasti anche senza caserma ed abbiamo vissuto momenti veramente difficili”.

Davanti il Luogotenente Fertitta ha ancora alcuni anni prima di porsi in congedo e probabilmente ci sono altri riconoscimenti in arrivo in futuro. “Non è certo un obiettivo – anticipa con la solita modestia Fertitta - ma un altro encomio lo riceverò fra pochi giorni in Prefettura, dove saranno consegnate le onorificenze di Ufficiale della Repubblica Italiana, stabilite lo scorso 2 giugno dal presidente della Repubblica.”


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it





Questo è un articolo pubblicato il 06-12-2019 alle 13:00 sul giornale del 07 dicembre 2019 - 592 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdJu