Piscina di Matelica: il Comune emette un'ordinanza per sospendere le attività dopo la fuoriuscita di cloro

1' di lettura 04/02/2020 - Nella serata di lunedì 3 febbraio a causa di una malfunzionamento dell’impianto di trattamento a cloro delle acque della piscina, si è verificato un principio di intossicazione per alcuni utenti.

Il personale dell’impianto ha immediatamente allertato il 118 per prestare le prime cure del caso ai bambini ed altri presenti. Due bambini sono stati trasportati presso le strutture sanitarie per ulteriori accertamenti. Gli stessi sono stati successivamente dimessi.

Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale presenti sul posto si sono sincerati delle condizioni di salute dei bambini e degli altri utilizzatori, che al momento non destano preoccupazione. A scopo cautelare l’attività dell’impianto natatorio è stata sospesa, mediante ordinanza del Sindaco. Tale ordinanza resterà in vigore sino alla adozione delle necessarie misure di verifica e/o adeguamento dello stesso impianto.

Al fine di accertare quali siano state le cause effettive che hanno scaturito la problematica in questione, i locali Carabinieri, hanno proceduto al sequestro probatorio, apponendovi i sigilli, dei locali ove sono collocate le pompe di miscelazione con i relativi filtri ed i locali dove sono detenuti i contenitori delle sostanze adoperate quali cloro ed acido solforico. Gli uffici e l’Amministrazione Comunale restano a completa disposizione degli utenti che frequentano la Piscina comunale per informazioni di ogni genere ivi compresa la tutela della salute.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-02-2020 alle 13:09 sul giornale del 05 febbraio 2020 - 2817 letture

In questo articolo si parla di cronaca, matelica, comune di matelica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bfSn





logoEV
logoEV