Il Coronavirus non spaventa Federico e Angelica: aperta a Castelraimondo "La bottega della carne"

5' di lettura 25/03/2020 - Il primo esercizio commerciale che apre oggi, in piena emergenza di Coronavirus è “La Bottega della carne”, di Federico Cardona e la sua consorte Angelica, che in forma strettamente privata ha tagliato oggi il nastro a Castelraimondo, al civico 53 del centralissimo Corso Italia. Non sappiamo se è la prima in assoluto in Italia, forse sì, ma nelle Marche, in provincia e in città è sicuramente la prima nuova apertura di un esercizio commerciale dall'inizio dell'emergenza.

Un segnale di speranza e soprattutto di coraggio di questi tempi, dove le preoccupazioni sono altre con il commercio che è addirittura in grosso allarme, ma la voglia di veder realizzato il loro secondo sogno, dopo quello di scegliere di vivere insieme, era troppo forte e importante. Dopo tanti sacrifici e attese per le lungaggini burocratiche prima, per le festività poi ed in ultimo l’emergenza Coronavirus quando ormai era tutto pronto, aspettare ancora era probabilmente una sfida insopportabile, così, una volta che era tutto pronto e la data era stata fissata si è deciso di non andare oltre.

L’attesa durava dalla seconda metà di gennaio, proprio nell’antivigilia dell’emergenza, ma la loro gioia di essere ormai in dirittura d’arrivo era stampata sui loro sguardi già da prima di Natale. Ora non sarà certo il Coronavirus a cancellarla. E pensare che con la Pasqua alle porte l’apertura di una macelleria avrebbe sicuramente fatto gola. Da oggi, comunque, inizia questa nuova avventura per la giovane coppia di imprenditori dell’Azienda Agricola Cardona con sede a Seppio, frazione Sefro, che si lanciano sul mercato con tutta la disponibilità che pure altri esercenti hanno dimostrato nel mettersi al servizio dei cittadini.

Le consegne a domicilio potranno essere effettuate su richiesta contattando i seguenti numeri: 0737 432424 oppure Federico 347 1810695 e Angelica 334 2440116. L’attività commerciale ha anche una propria pagina Facebook. La doppia sfida, al mercato e al virus, costringerà la famiglia Cardona ad ulteriori sacrifici, per gli impegni contemporanei di lavorare in sicurezza su tutti i fronti ed offrire il meglio della propria produzione sulla quale la garanzia e la freschezza è totale. Infatti, tutte le tipicità di carni provengono dagli allevamenti delle proprietà di famiglia, così come la lavorazione degli stessi, bovini, suini e ovini. Fra le novità proposta anche la preparazione di pacchi famiglia su prenotazione.

L’entusiasmo di due giovani consorti e quel sogno che realizza vanno oltre ogni ostacolo e sicuramente questo impegno sarà ripagato dalla clientela che sicuramente arriverà. Dai social è arrivata già la vicinanza di parenti e tanti amici che hanno inviato ai due giovani imprenditori messaggi e video di auguri. “Andrà tutto bene” è lo slogan che in molti, fra amici più stretti e non, hanno inviato alla “Bottega della carne” sui social.

Innanzitutto com’è andata il primo giorno? “E’ stato come un giorno di apertura normale - dice il titolare Federico - avremmo voluto fare una festicciola con tanto di benedizione del parroco, ma le circostanze non ce l’hanno permesso e questo un po’ ci è dispiaciuto. Quindi abbiamo aperto come se fosse già una giornata normale di lavoro, poi devo dire che è andata molto bene e siamo soddisfatti. La gente è venuta, anche molta di più di quella che ci aspettavamo.”

Sarete ricordati per un gesto coraggioso come inaugurare in piena emergenza. Oltre al ritorno del freddo. Come mai questa decisione? “Il progetto era stato avviato da oltre un anno e mezzo e c’è voluto tanto tempo per realizzarlo - spiega Federico - Non potevamo più aspettare, anche i costi erano alti, in più siamo un'attività di prima necessità. Poi in questo momento vogliamo dare un servizio alle persone, viste le problematiche che stiamo attraversando”.

Una macelleria come segno di continuità di produzioni agricole e punto di arrivo di una filiera totalmente casalinga e a costo zero? “Sì. Praticamente alla base di tutto c’è la nostra produzione, la carne - ammette il titolare - Poi abbiamo pensato ad un prodotto diverso dalla carne che puoi trovare ovunque, una qualità differenziata e che si distingue per la genuinità. La nostra intenzione è di riportare i sapori antichi con le tipicità nostrane preparate a casa e senza additivi chimici”.

Che tipo di impegno e sacrificio ha richiesto avviare questa nuova attività? “Un sacrificio immenso, considerato che facciamo tutto da noi. Un lavoro a cui ero abituato era l’allevamento degli animali ed ora con l’aggiunta del negozio si ha sempre meno tempo, per questo c’è voluto anche un lungo periodo per realizzare questo sogno. Un impegno frutto però della passione per questo lavoro”.

Con quale spirito e quali innovazioni si propone il vostro negozio? “Oltre alle carni di nostra produzione, teniamo un piccolo scaffale con altri prodotti locali, come dolci, paste, vini. Quindi trasformiamo insaccati con ricette e sistemi tradizionali dei nostri nonni, facciamo anche la porchetta che vendiamo al dettaglio con panini. Sul momento prepariamo pure altri tipi di carne da mangiare, hamburger come richiede il cliente ed abbiamo anche un piccolo angolo di rosticceria”.

Come mai la scelta di Castelraimondo? “Io a Castelraimondo ho lavorato per 5 anni e mi sono trovato sempre bene e mi conoscono in molti, poi è una piazza che mi è sempre piaciuta. Inoltre, secondo me a Castelraimondo c’era bisogno di riportare un prodotto che ultimamente era venuto meno”.

Cosa vi aspettate in questo periodo che tutti auspichiamo sia più breve possibile e per una Pasqua che si preannuncia molto diversa? “Ci auguriamo che ci sia una certa richiesta anche considerato il momento che stiamo attraversando, con lo stare in famiglia che è divenuto quotidianità. Siamo pronti a soddisfare le esigenze dei clienti, la materia prima non manca”.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 25-03-2020 alle 15:21 sul giornale del 26 marzo 2020 - 8013 letture

In questo articolo si parla di economia, castelraimondo, angelo ubaldi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biol





logoEV