Ri-viviamo Caldarola: "Atto irresponsabile chiedere le dimissioni di Legnini"

legnini 1' di lettura 30/05/2020 - L’Associazione Ri-viviamo di Caldarola ha appreso con estrema preoccupazione la notizia della richiesta di dimissioni da Commissario Straordinario sisma 2016 dell’On. Avv. Giovanni Lignini.

Nell’esprimere il proprio sconcerto per la richiesta di dimissioni da Commissario Straordinario sisma 2016 (leggi), l’Associazione Ri-viviamo Caldarola stigmatizza e condanna l’uso strumentale di una vicenda che esula dall’incarico attualmente ricoperto dall’On. Legnini per fini puramente politici. Finora, il Commissario Straordinario ha avviato un percorso di accelerazione e semplificazione delle procedure connesse alla ricostruzione e messo mano ad altri aspetti fondamentali, nonché dato vita ad azioni strutturali volte a superare le criticità dell’apparato commissariale, che si pone nella giusta direzione per uscire dalla palude dell’immobilismo.

Chiederne oggi le dimissioni è un atto irresponsabile ma, soprattutto, un grave e durissimo attacco a tutte le persone terremotate del Centro Italia! Proprio ora che finalmente si inizia ad intravvedere la volontà di accelerare la ricostruzione non solo degli immobili, ma anche del tessuto economico-sociale, i territori colpiti dal sisma 2016 non possono permettersi né sono disposti ad accettare l’ennesima battuta d’arresto. Ri-Viviamo Caldarola esprime con forza la propria contrarietà alla richiesta di dimissioni avanzata e ringrazia il commissario Giovanni Legnini per quanto finora fatto e si auspica vivamente che possa dedicarsi alla ricostruzione del Centro Italia fino continuare fino alla scadenza naturale del mandato ricevuto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2020 alle 14:20 sul giornale del 01 giugno 2020 - 347 letture

In questo articolo si parla di politica, caldarola, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmPX





logoEV