Sisma, Lega: "Governo estenda alle zone del cratere gli sgravi fiscali del Decreto Agosto"

2' di lettura 25/11/2020 - Il governo estenda alle Marche ed alle regioni terremotate del Centro Italia gli sgravi contributivi del 30% per il personale delle aziende previsti dal Decreto Agosto e di cui è in corso di discussione la proroga in legge di Bilancio.

Lo chiedono i consiglieri regionali della Lega e il Commissario Marche on. Riccardo Augusto Marchetti avviando un lavoro congiunto di sensibilizzazione delle istituzioni ad ogni livello a partire dal presidente regionale Marche Francesco Acquaroli cui si chiede di coinvolgere nella battaglia per l’equiparazione tra zone in crisi anche i colleghi di Umbria e Lazio.

“L’area del cratere, nelle Marche in particolare, confina in buona parte o è molto prossima ad aree geografiche beneficiate dal cosiddetto “Decreto Agosto” – spiega Andrea Maria Antonini, presidente della Terza Commissione regionale e primo firmatario della mozione – Lasciarla fuori da queste importanti agevolazioni fiscali sarebbe un duro contraccolpo per la già affannosa ripresa economica ed è concreto il rischio che si possano privilegiare altre zone non solo per l'insediamento di nuovi insediamenti produttivi, ma per spostare quelli preesistenti, senza contare che l’inserimento delle aree beneficiate dal decreto Agosto rappresenterebbe una notevole occasione per lo sviluppo del territorio”.

Il Commissario Marchetti darà man forte ai consiglieri Marchigiani attivandosi perché analoghe mozioni siano presentate dai gruppi regionali della Lega di Umbria e Lazio. “È sotto gli occhi di tutti come l’area del cratere del terremoto 2016 sia ancora alle prese con l’avvio della ricostruzione e con una ripresa economica che appare molto lontana perché ulteriormente gravata dall’emergenza Covid19 – dichiara Marchetti – Se il governo PD-Cinquestelle approverà una finanziaria che la esclude da una fiscalità di vantaggio come quella del DL Agosto non solo il cratere non avrà la stessa opportunità di altre aree di crisi, ma rischia paradossalmente di ritrovarsi fortemente svantaggiata dal punto di vista occupazionale e degli investimenti. Senza l’estensione del provvedimento, sia le aziende già presenti nel cratere che quelle che volessero insediarsi sul territorio cogliendo un’opportunità non indifferente, si troverebbero a privilegiare i territori limitrofi al cratere per il loro forte vantaggio competitivo in un momento in cui l’intera economia del Paese cerca ogni opportunità per ripartire”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2020 alle 16:33 sul giornale del 26 novembre 2020 - 198 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, lega nord marche, lega nord, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDpU





logoEV
logoEV