Preoccupazioni sul futuro dell'ospedale di Camerino, Forza Italia: "Sborgia non può fingersi sorpreso"

ospedale di camerino 3' di lettura 01/02/2021 - Condividiamo le preoccupazioni che vengono sollevate sul futuro dell'ospedale di Camerino.

Le condividiamo e siamo pronti a farle anche nostre, mettendoci al fianco di chiunque abbia a cuore le sorti di questa struttura, insieme a chi oggi rappresenta la nostra città all'interno del consiglio regionale delle Marche. Ma con la salute dei cittadini non si scherza. E, soprattutto, non se ne può fare oggetto di schermaglie politiche, perchè le battaglie per il territorio vanno portate avanti sempre e non solo quando vanno a vantaggio di questa o di quella parte politica. Le lamentele che arrivano in questi giorni a mezzo stampa dal sindaco di Camerino (e non solo) sul depauperamento dell’ospedale somigliano molto alle famose lacrime del coccodrillo.

Che l’ospedale di Camerino abbia difficoltà è noto da tempo, ma che la situazione sia drammaticamente peggiorata proprio in concomitanza con l’avvento dell’amministrazione guidata dal sindaco Sborgia è altrettanto fuori discussione. Solo a chi ha la memoria corta, infatti, non può non tornare alla mente un consiglio comunale del 27 maggio 2020, quando venne discussa una interrogazione presentata dalla minoranza Radici al Futuro avente ad oggetto “Informazioni riguardanti il futuro dell'ospedale di Camerino dopo la sua trasformazione in Covid Hospital”. Come tutti ricorderanno, l’8 marzo 2020 l’ospedale di Camerino venne riconvertito in Covid Hospital dalla sera alla mattina con la benedizione del sindaco Sborgia che giustificò in tutto e per tutto l’operato dell’allora amministrazione regionale. La nobile spiegazione portata dal Sindaco fu quella che l’ospedale “ha salvato vite umane”, compito che ad onor del vero ogni ospedale si assume quotidianamente, indipendentemente che sia in corso una emergenza o meno.

In risposta all’interrogazione della minoranza, il sindaco Sborgia ebbe ad affermare testualmente (il video del consiglio comunale è reperibile da chiunque su Youtube) che “il nostro ospedale sarà potenziato a seguito della pandemia. Avremo un ospedale rinnovato sicuramente per quanto riguarda le potenzialità e le capacità di offerta sanitaria (...). L’ospedale di Camerino tornerà ad essere punto di riferimento per l’intera area montana”.

Insomma, un quadro idilliaco in cui si esaltava il ruolo della Regione e, soprattutto, si tranquillizzava la popolazione sul futuro della struttura dopo l’emergenza Covid. Fin qui il libro delle favole. Poi, invece, sono arrivati i fatti. Nei quasi quattro mesi di tregua concessi dalla pandemia, subito dopo il ripristino dell’ospedale di Camerino alle sue attività ordinarie, l’amministrazione comunale è uscita di scena senza che ci fosse realmente concretizzato un qualsivoglia potenziamento. Nessun intervento, nessuna pressione sulla Regione e, soprattutto, nessuna operazione concreta volta ad evitare che l’ospedale di Camerino finisse sulla lista del nuovo piano pandemico regionale adottato alla fine di agosto dalla Giunta regionale guidata dal presidente Ceriscioli. E, nel frattempo, si è continuato a perdere costantemente pezzi.

Oggi, Sborgia non può fingersi sorpreso. Oggi Sborgia, contrariamente a quanto sosteneva quando l’amministrazione regionale aveva un colore politico diverso, grida allo scandalo per mera contrapposizione ideologica. Oggi Sborgia pretende che in piena pandemia e a poche settimane dal suo insediamento, la Regione Marche adotti quelle misure che in realtà è stata la precedente amministrazione regionale a non voler adottare. Eppure, siamo certi che la buona politica esista ancora. E per questo siamo certi che le promesse fatte dall’amministrazione guidata dal Presidente Acquaroli saranno mantenute non appena ci saranno le condizioni per poterlo fare e che l’ospedale di Camerino troverà un suo ruolo importante nel nuovo piano sanitario regionale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2021 alle 12:11 sul giornale del 02 febbraio 2021 - 755 letture

In questo articolo si parla di politica, camerino, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bL3F





logoEV
logoEV