La rimonta non basta, Cocciaretto lotta ma alla fine si inchina

2' di lettura 14/02/2021 - I tornei che si stanno susseguendo in Australia quest’anno non stanno riservando grandi cose alla 20enne marchigiana Elisabetta Cocciaretto che comunque sta portando in giro per il mondo il nome di Camerino per la sua iscrizione alla Scuola di Giurisprudenza di Unicam.

Impegno sottolineato a livello internazionale anche nel faticoso match di esordio del Phillip Island Trophy, sempre di scena a Melbourne, dove purtroppo è stata superata ancora al primo turno dalIa 28enne indiana Ankita Raina, nr 115 del mondo, che ha avuto la meglio sulla fermana (nr 126) per 5-7, 6-1; 6-2. Per Elisa, una partenza subito in salita per il break subito in apertura e poi una rincorsa culminata con una bella rimonta con un contro-break che l’ha riportata sul 4-4, per concludersi poi con un ottimo e combattutissimo finale di set che vedeva l’azzurra imporsi per 7-5. Quando la strada sembrava in discesa, l’indiana è venuta fuori alla distanza, approfittando un calo psicofisico della Cocciaretto, che non è riuscita a tenere negli altri due set i ritmi elevati imposta dalla tennista indiana.

Frutto questo di un momento particolare che vede gli alti e bassi di molte grandi, basti pensare che l’americana Kenin, vincitrice dell’Open Australiano dello scorso anno e nr.1 del tabellone di quest’anno (battuta dalla debuttante e 18enne australiana Gadecki in due set), sta facendo lo stesso cammino della Cocciaretto, fuori entrambe al primo turno sia dello Slam che del Phillip Island Trophy.

La marchigiana ha dalla sua anche qualche problemino fisico al braccio preferito, con un'infiammazione alla spalla che non può curare come dovrebbe. “La gestione di questo momento non è facile – dice il suo coach Fausto Scolari – e purtroppo le energie nervose che si sprecano in una situazione del genere sono parecchie. Resta comunque un’esperienza in più, che la farà crescere e soprattutto gli farà capire di perseguire sempre ei suoi obiettivi di crescita”.

Ai primi passi in questa stagione nei tornei Wta, Elisa Cocciaretto ha tutto il tempo di rifarsi, intanto i tornei vanno avanti fra sorprese, conferme e rivelazioni, con molte tenniste giovani emergenti che stanno mettendo in crisi le big. Trophy amaro anche per l’altra azzurra Sara Errani.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 14-02-2021 alle 17:24 sul giornale del 15 febbraio 2021 - 141 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bN12





logoEV
logoEV