Fondo per emergenza Covid, Per Matelica attacca l'amministrazione Baldini: "Stanchi di essere presi in giro"

Matelica, piazza 3' di lettura 25/02/2021 - "Per Matelica” contro l’Amministrazione Comunale per i fondi dedicati alle attività commerciali e artigianali di Matelica: la giunta Baldini continua a perdere tempo sulle spalle di famiglie e commercianti.

Siamo stanchi di essere presi in giro, di assistere al gioco delle tre carte da parte dell’amministrazione comunale solo per gettare fumo negli occhi. I cittadini matelicesi meritano rispetto! Nello scorso consiglio comunale abbiamo assistito ad un colpo di scena, durante l’approvazione del bilancio di previsione l’assessore al bilancio Ciccardini presenta un emendamento alla sua stessa proposta, istituendo un fondo di emergenza Covid per le attività produttive. Una mossa da equilibristi, un asso nella manica tirato fuori il giorno dopo che il nostro gruppo aveva depositato in comune una proposta organica e strutturata, con possibili azioni da intraprendere al fine di dare un respiro alle tante attività matelicesi, dando loro un piccolo spiraglio di supporto in un periodo davvero difficoltoso.

Parliamo di attività, ma dietro a quelle realtà ci sono famiglie e giovani che da un anno stanno sentendo sulle loro spalle il peso di una crisi sanitaria, ma purtroppo anche economica senza un valido supporto da parte del comune. I ristori governativi sono insufficienti, avremmo voluto aiuti immediati, contributi una tantum per dare un po’ di liquidità e di respiro per fronteggiare le continue spese, che spesso gli incassi non riescono a coprire. Abbiamo trovato una totale indifferenza, un menefreghismo politico e amministrativo al tema in questione, e far uscire sulla stampa online e nei social un articolo in merito al fondo previsto sul fil di lana, il giorno stesso del consiglio comunale richiesto dal nostro gruppo per discutere la nostra mozione sul tema è alquanto discutibile e di una correttezza istituzionale piuttosto discutibile.

Pensavamo di poter discutere questo tema con serietà, invece il consiglio comunale di martedì ci ha messo davanti all’ennesima conferma dell’assenza di progettualità e di iniziative da parte di questa Giunta. Tutta la maggioranza ha preferito "nascondere la testa nella sabbia", non ha voluto discutere nel merito ma ha affrontato il tema solo superficialmente, affossando la nostra proposta in toto, ci saremmo aspettati delle modifiche ed eravamo assolutamente disponibili al confronto, da parte loro nessuna proposta, nessun progetto e nessuna alternativa. Hanno votato contro senza offrire nulla in cambio, possiamo constatare solamente che abbiamo di nuovo rinviato un problema, hanno girato le spalle alle nostre richieste, a quelle di tanti cittadini.

Siamo indignati perché perderemo altro tempo, passeranno settimane e forse mesi e nel frattempo chi ha difficoltà ne accumulerà di nuove e ancora una volta la politica non darà risposte. Ci dispiace inoltre far notare che temiamo che questo fondo di 50 mila euro possa essere l’ennesimo “specchietto per allodole” visto quello che è successo con lo stesso fondo previsto nel 2020: dei 24mila euro previsti sono riusciti a spenderne solo 5 mila e non crediamo per mancanza di richieste di necessità, piuttosto per mancanza di progettualità.

Siamo consapevoli di una cosa, non ci fermeremo e continueremo a batterci affinché questa amministrazione prima o poi apra gli occhi e decida di affrontare seriamente tutti i problemi legati alla pandemia.


da Per Matelica
Gruppo consiliare di minoranza





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2021 alle 10:38 sul giornale del 26 febbraio 2021 - 370 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPPz





logoEV