Coronavirus: il punto della situazione da Esanatoglia nelle parole del sindaco

esanatoglia 3' di lettura 28/02/2021 - La situazione confermata ad oggi con anche qualche numero da confermare vede nel nostro Comune: 62 nostri concittadini positivi al contagio da Covid-19.

14 ospiti della Casa di Riposo ormai guariti ma ancora conteggiati in attesa dell'ultimo tampone di riscontro per la riammissione in comunità come da protocollo sanitario; 26 nostri concittadini in quarantena da contatto o in quanto conviventi; 55 alunni ed alunne della scuola materna e delle classi 3a e 5a elementare che torneranno in classe il 4 marzo al termine della quarantena ed ai quali verrà eseguito gratuitamente e su base volontaria un tampone antigenico di riscontro con l'ausilio di personale sanitario.

Questi sono i numeri, ripeto aggiornati anche con situazioni dell'ultima ora note. Da lunedì tutta la nostra regione diventa zona arancione con tutte le limitazioni che già conosciamo e che ripetiamo. Non si può uscire dal proprio Comune se non per lavoro, salute o necessità tra le quali rientra anche la spesa alimentare nei Comuni confinanti; sono vietati assembramenti; deve essere rispettato il distanziamento di almeno un metro, se due sempre meglio; devono essere attuate tutte le misure di igiene personale di mani, oggetti, ecc... Deve sempre essere indossata correttamente, naso e bocca, la mascherina, sempre al chiuso ed all'aperto quando non viene rispettata la distanza; restano chiuse le attività di somministrazione di alimenti e bevande, bar, pizzerie, ristoranti, pub, ecc... per i quali è consentito con limitazioni di orario l'asporto o la consegna a domicilio.

E' vietato sostare nei pressi di bar, pub, pizzerie, ecc... E' vietato sostare nelle piazze, vie o strade pubbliche e formare assembramenti; sono chiusi i mercati settimanali tranne che per la spesa alimentare; in aggiunta, l'ordinanza regionale dispone per le province di Ancona e Macerata la DAD per tutte le superiori e per le classi 2a e 3a delle medie.

In virtù di questo fatto è stata emessa Ordinanza Sindacale per la chiusura di tutte le aree verdi attrezzate a gioco nel perimetro urbano del Comune, in particolare sono chiusi ad ogni tipo di attività i giardini pubblici di via Sfercia, di località Bresciano, di viale Fontebianco, la pista di pattinaggio di località Bresciano, l'area delle Scuole Medie. Sono da tempo richiesti ulteriori controlli, ma la situazione è purtroppo complessa, visti i numeri in generale e considerato anche che le stesse caserme sono spesso colpite da contagi e quarantene che ne riducono gli organici già esigui e quindi ne limitano l'azione. Serve la massima collaborazione e senso di responsabilità da parte di tutti per arginare la situazione e soprattutto per dare tempo alle strutture sanitarie, anch'esse sotto forte pressione, di poter attivare tutti i protocolli e l'assistenza necessaria alla popolazione.

Ringrazio la nostra Protezione Civile per l'enorme sforzo che sta compiendo per l'ausilio alla popolazione, le aziende che autonomamente si sono messe in moto per garantire a loro spese tutti i necessari riscontri per lo screening dei contagi e limitarne quindi la propagazione e quanti fattivamente concorrono ad assistere la popolazione colpita e le persone fragili in particolare.


da Luigi Nazzareno Bartocci
Sindaco di Esanatoglia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2021 alle 12:31 sul giornale del 01 marzo 2021 - 452 letture

In questo articolo si parla di cronaca, esanatoglia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQit