Partito Comunista: "La privatizzazione dell'ospedale di Matelica va fermata sul nascere"

Ospedale di Matelica 2' di lettura 01/03/2021 - La precedente Giunta regionale ha chiuso 13 ospedali e tagliato servizi e prestazioni in quelle pochissime realtà rimaste nell’entroterra marchigiano e, in particolare, nelle aree colpite dal terremoto.

Di fronte a questo scempio l’attuale Giunta di destra della Regione Marche opera in piena sintonia con la precedente e, se possibile, rincarandone la dose. L’Ospedale di Matelica il quale, non va dimenticato, ospita due case di riposo di altri comuni, è ridotto al lumicino sia dal punto di vista dei posti letto aggiuntivi promessi dalla precedente Giunta regionale e mai attivati, sia dal punto di vista dei lavori al piano terra (interventi semplici e veloci) che da anni sono fermi e che rappresentano indifferenza e abbandono da parte della regione e dell’Area Vasta 3.

La Giunta comunale a guida Baldini/Procaccini anziché svolgere una azione di lotta contro la Regione, nel gioco delle parti con la Regione stessa, come alternativa propone la privatizzazione dell’ospedale “E. Mattei”. Tale ipotesi va fermata sul nascere. Sarebbe un ulteriore colpo mortale per i cittadini di Matelica e dei comuni limitrofi in termini di salute e costi. E un attacco gravissimo alla sanità pubblica e di base la quale, come si è accertato in questa difficile fase di pandemia, essere l’unico valido punto di riferimento.

Infatti, gli esempi drammatici che vengono da realtà dove la sanità è stata in gran parte privatizzata (Regione Lombardia a guida Lega insegna) dovrebbero far riflettere la giunta Baldini/Procaccini dal prendere decisioni avventate che vanno contro gli interessi dei nostri concittadini. Il PCI regionale ha chiesto alla Giunta Acquaroli la riapertura dei 13 ospedali di polo con le prestazioni esistenti fino al 2010.

La Sezione del Partito Comunista Italiano di Matelica/Esanatoglia si batterà con tutti i mezzi consentiti, compresa la raccolta di firme e richiesta di referendum, contro la privatizzazione dell’ospedale “E. Mattei” e, sin da ora, invita i cittadini, gli operatori socio sanitari e gli amministratori dei comuni limitrofi a tenere alta la guardia contro tale proposta.


da Partito Comunista
Sezione di Matelica-Esanatoglia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-03-2021 alle 21:52 sul giornale del 02 marzo 2021 - 452 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica, comunista, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQzt





logoEV