Esanatoglia chiude le scuole e anticipa il coprifuoco di un'ora: ecco le decisioni anti Covid del Comune

3' di lettura 03/03/2021 - Valutati i dati odierni e l'andamento epidemiologico, considerate le ultime disposizioni contenute nel DPCM, vista la recente ordinanza regionale che dispone la zona rossa per tutta la provincia di Ancona ed in attesa di ulteriori valutazioni di competenza Regionale e Ministeriale riguardo la classificazione delle zone, viste le ricadute economiche territoriali e l'attivazione dei relativi ristori previsti, a seguito delle riunioni avute oggi con i vertici politico amministrativi regionali e con il supporto delle competenze sanitarie territoriali, Comunico che mercoledì mattina, valutati i dati epidemiologici aggiornati e l'andamento periodico del contagio, verrà emessa Ordinanza riguardo azioni a tutela della salute pubblica di competenza del Sindaco.

Ringraziando di cuore la dott.ssa Ruggeri Anna Grazia per la qualificata opera, l'infermiera Antonietta per il prezioso aiuto ed il vice sindaco per la disponibilità, le famiglie per la collaborazione ed i bambini e bambine per la paziente disponibilità, comunico che lo screening odierno eseguito con tampone antigenico sui bambini e bambine delle classi della materna e della 3a e 5a elementare ha dato esito negativo, ciò permette il rientro in presenza delle classi in quarantena.

La possibilità che da giovedì prossimo, l'aumento della popolazione studentesca, rappresenti un possibile rischio per la ripresa della circolazione virale, induce a predisporre la chiusura di ogni plesso scolastico del nostro Comune, anticipando quelle che saranno le certe decisioni che dovrà assumere la Regione Marche nei prossimi giorni. Pur restando preoccupato dal fatto che la chiusura delle scuole, possa creare un afflusso incontrollato di ragazzi e ragazze in giro per il paese o che gli stessi, vengano per necessità familiare affidati a soggetti fragili quali i nonni, siamo costretti alla chiusura. Comprendo le preoccupazioni delle famiglie e anche le difficoltà che questa decisione crea, proprio per questo si è deciso di lasciare un intero giorno alle famiglie per organizzarsi ed istituzioni scolastiche per l'attivazione della DAD.

Resterà in vigore la ordinanza di chiusura dei giardini pubblici e degli spazi attrezzati all'interno del centro abitato e verrà anticipato alle ore 21,00 il cosiddetto coprifuoco disposto dal DPCM. Comprendo la preoccupazione dei cittadini e quindi anche le imprecisioni che leggo in giro, frutto magari della scarsa conoscenza delle norme o la confusione delle stesse anche riguardo alle reali potestà di un Sindaco, magari sono normative di recente emanazione ed in un momento straordinario ed emotivamente pesante come questo possono fuorviare anche gli addetti ai lavori od aspiranti tali, ma vi garantisco che ogni azione o atto preso è stato, per quanto possibile in tempi e modi, condiviso con i gruppi consiliari che ringrazio pubblicamente e soprattutto con il supporto spesso telefonico oltre l'orario lavorativo, con medici, pediatri, direttori Asur e personale amministrativo.

Un Sindaco ha il dovere di assumere decisioni, senza l'arroganza del ruolo, ascoltando gli esperti, valutando le potenzialità del suo territorio, verificandone le difficoltà e soprattutto confidando nella comprensione e nell'aiuto della popolazione. La più grande soddisfazione di un Sindaco è vedere che cittadini ed istituzioni reagiscono insieme alle difficoltà, responsabilmente.


da Luigi Nazzareno Bartocci
Sindaco di Esanatoglia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2021 alle 10:19 sul giornale del 04 marzo 2021 - 828 letture

In questo articolo si parla di attualità, esanatoglia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQNn





logoEV