Progetto Makedigital: volano a Malta giovani di Camerino ed Esanatoglia

3' di lettura 05/04/2021 - Sono: Anisa di Fano, Martina di Fossombrone, Jennifer e Maria Elena di Esanatoglia, Eva di Urbania, Tiziana di Pesaro, Andrea di Camerino, Davide di Fermo, Giovanni di Colli al Metauro e Senad di Urbino, i diplomati nelle Scuole di tutte le Marche volati a Malta per beneficiare del Programma che, oltre a Malta, prevede anche altre destinazioni come Londra (Regno Unito), Marsiglia (Francia) e Bruxelles (Belgio) per cui sono ancora disponibili, ad oggi, poco più di una quarantina di borse di mobilità, tanto che un nuovo bando è fresco di emanazione ed avrà scadenza il 23 di aprile.

I ragazzi hanno conseguito il diploma presso l’I.I.S. “Raffaello” di Urbino, l’I.T.C. G. “G. Antinori” di Camerino, il Liceo Scientifico “Temistocle Calzecchi Onesti” di Fermo, l’I.I.S. e dall’IT Commerciale “C. Battisti” e “Polo 3” di Fano, l’Istituto Tecnico Economico Tecnologico “Bramante Genga” di Pesaro, l’Istituto “Don E. Pocognoni” di Camerino/Matelica e dall’I. I. S. “Costanza Varano” di Camerino.

“Il Progetto Makedigital - spiega il presidente del GAL, Riccardo Maderloni - consentirà di effettuare tirocini gratuiti di 3 mesi presso imprese locali per migliorare l’apprendimento di tecniche e tecnologie digitali e, naturalmente, della lingua inglese provenienti da Istituti Scolastici marchigiani di 4 indirizzi studio: Amministrazione Finanza-Marketing, Sistemi Informativi Aziendali, Moda, Turistico”.

In questo contesto, sottolinea Maderloni, “il GAL capofila del progetto, si è costituito nel 1991 in forma di società consortile mista a responsabilità limitata, partendo da attività di ricerca e analisi di dati economici, ha promosso numerose iniziative che hanno visto imprenditori, artigiani e Istituzioni pubbliche confrontarsi sui temi dello sviluppo, dando vita a tavoli tecnici su turismo, agricoltura, commercio e artigianato. Gli studi realizzati fino ad oggi sono stati fondamentali per delineare le figure professionali che “ma.k.e.d.i.g.i.t.a.l.” vuol proporre per accrescere le potenzialità occupazionali dei giovani neodiplomati e lo sviluppo di un territorio che, oltre ad aver assistito a un declino del settore manifatturiero, è stato colpito dai tragici eventi sismici di agosto - ottobre 2016. Da qui “ma.k.e.d.i.g.i.t.a.l.”, programma che vuole porsi come svolta ai tentativi, già compiuti, dalla maggioranza dei membri del consorzio, per favorire il passaggio dei neodiplomati in ambito VET dalla Scuola al mercato del lavoro a vantaggio dello sviluppo industriale e territoriale, nella consapevolezza della necessità di unire le competenze per garantire un impatto significativo nel tessuto regionale dove, il manifatturiero, elemento trainante del PIL marchigiano ha assistito a un forte declino. L’iniziativa – rileva ancora - aiuterà i giovani più svantaggiati a fare impresa, stimolando il loro senso di iniziativa, ad approcciarsi al mercato del lavoro in maniera più consapevole, ma anche a vivere il proprio territorio come fonte di nuove opportunità e non come terra devastata dalla quale è solo possibile fuggire”.

In buona sostanza, quindi, raggiunto questo primo importante obiettivo, c’è già un nuovo bando fresco di emanazione ed avrà scadenza il 23 di aprile.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2021 alle 18:53 sul giornale del 06 aprile 2021 - 1100 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, esanatoglia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bV6i