Accelera la campagna vaccinale a Camerino nella nuova sede: 209 dosi somministrate in un giorno

3' di lettura 12/04/2021 - La nuova campagna vaccinale dell’Asur Marche per l'Area Vasta 3 nel territorio di Camerino, che da questa mattina (12 aprile) si è spostata nella nuova location all’interno del Palasport Comunale in Località Le Calvie, è iniziata nel migliore dei modi.

Con ampi spazi a disposizione, tutti al coperto e con un percorso ben strutturato dall’accettazione alla sala di attesa post-vaccino, con ingresso dalla porta principale ed uscita che prevede anche la scala per disabili, tutto è stato più confortevole, sia per gli operatori che per le persone in fila. Sono stati in tutto 209 i vaccini somministrati in questa prima giornata, che ha preso il via alle ore 8 e si è conclusa alle ore 13. Stessi orari a disposizione degli abitanti del territorio dell’entroterra che sono validi anche per i prossimi giorni di mercoledì 14, venerdì 16, domenica 18, martedì 20, giovedì 22 e domenica 25 aprile.

Lo staff sanitario impegnato nella gestione dell’intero percorso vede mediamente impegnate oltre 10 unità, di cui tre medici per la fase di “anamnesi medica” (per la consulenza medica e la raccolta della storica clinica della persona), mentre 5 sono gli infermieri impegnati nella parte tecnica delle vaccinazioni, di cui 2 impiegati per preparare le dosi (visto che i due vaccini Astra Zeneca e Pfizer hanno diverse caratteristiche e necessitano di una diluizione differente) ed altri 3 infermieri per la somministrazione. Ben 3 sono infatti le postazioni stabilite ed organizzate con appositi separé e muniti di una confortevole poltrona.

Ampi gli spazi al centro del palasport, divisi a metà per la fase di attesa per l’accettazione e quella post-vaccino. Le categorie che sono state servite in questa prima giornata al Palasport Comunale, sono state quella dei pazienti fragili (con circa 100 vaccinati) quindi l’altra fetta maggiore è stata quelle dei prenotati e di età compresa fra i 70 e gli 80 anni, quindi anche una parte di insegnanti. I vaccini utilizzati a seconda delle tipologie e del paziente sono stati quelli di Astra Zeneca e Pfizer.

La risposta da parte della gente è stata eccellente, frutto del funzionamento della campagna di informazione, così come l’ottima sensazione registrata tra le persone che si sono sottoposte alla prima vaccinazione. Un grande lavoro ed alla fine grande soddisfazione e sollievo anche per il personale sanitario impiegato, quindi conferma di una maggiore funzionalità e di un servizio ancora migliore, in una struttura che mette al riparo anche pazienti in coda da eventuali condizioni climatiche avverse, considerato che la primavera continua a riservare giornate fresche e imprevedibili.

La sospensione dei campionati dilettantistici minori ha permesso l’utilizzo di gran parte della struttura e non va ad intralciare invece la ripresa dell’attività del settore giovanile (prevista sempre per oggi) in quanto i giovani calciatori e lo staff tecnico utilizzeranno altre aree e percorsi esterni (leggi).

Buone notizie anche ull’ampliamento e l’accelerazione della campagna vaccinale in città e sul territorio, in quanto pure la Farmacia Milesi-Ferretti scenderà in campo a supporto della popolazione. Nella struttura sono già state individuati gli spazi e le aree da riservare all’accettazione, alla preparazione delle dosi, alla somministrazione del vaccino ed una per l’osservazione finale. Lo staff sta finendo di seguire il corso predisposto per eseguire le procedure ed ottenere così l’autorizzazione. Poi la cosa più importante sarà quella di avere a disposizione le dosi dei vaccini.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 12-04-2021 alle 19:13 sul giornale del 13 aprile 2021 - 712 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bW0d





logoEV