Under 16 del Matelica: intervista a due difensori della formazione di mister Ruggeri

2' di lettura 12/04/2021 - Protagonisti dell’intervista doppia di oggi due difensori dell’U16 di mister Ruggeri: Tommaso Modesti, esterno destro classe 2005 e Leontrim Useini, centrale sempre 2005.

Da quanto tempo sei al Matelica? Di dove sei? Come vieni agli allenamenti?
Modesti: Sono al Matelica da quando avevo cinque anni, quindi da 11. Sono di Matelica, agli allenamenti vengo a piedi.
Useini: Sono in biancorosso da questa stagione, in precedenza militavo nel Gubbio. Sono di Sassoferrato, agli allenamenti vengo in pulmino.

Come stai vivendo questa esperienza? Che scuola frequenti?
Modesti: Il campionato nazionale è una bella esperienza. Anche se mancano le partite allenarsi è sempre stimolante. Frequento il Liceo delle Scienze Umane a Camerino, sono al secondo anno.
Useini: Frequento l’Itis a Fabriano. Il campionato nazionale è sempre un’esperienza emozionante e stimolante.

Quanto ha inciso il Covid in questa stagione?
Modesti e Useini: Il Covid ha inciso molto sia a scuola che nello sport. Le partite servono per migliorarsi, ma anche senza ad ogni seduta proviamo sempre a dare il massimo per migliorarci.

Come ti trovi con il mister?
Modesti: Con mister Ruggeri mi trovo molto bene, è molto bravo come tecnico. Punta molto sia sulla crescita del gruppo che su quella individuale.
Useini: Bene! Mister Ruggeri è sempre al nostro fianco, ci aiuta e ci fa riflettere sui nostri punti di forza e sugli errori, spronandoci sempre a migliorare e dare il massimo.

Quale è il tuo preferito tra i ragazzi di Colavitto e il tuo idolo sportivo? Per che squadra tifi?
Modesti: Il mio preferito tra i ragazzi di Colavitto è Leonetti, attaccante di grande livello e spesso decisivo. Tifo per l’Inter, il mio idolo è Barella. Mi piacerebbe esordire in prima squadra con la maglia della mia città, il Matelica.
Useini: Mi piace molto Volpicelli, fisico e tiro da campione. Tifo per il Milan, il mio idolo è Thiago Silva. Da grande mi piacerebbe diventare un calciatore professionista, ma sempre senza trascurare la scuola che è importante.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2021 alle 16:49 sul giornale del 13 aprile 2021 - 184 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica, calcio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bW8a