Camerino e Fiuminata in lutto per la scomparsa di Giancarlo Falcioni

4' di lettura 03/05/2021 - Si è svolto questa mattina a Fiuminata, in forma riservata, il funerale del noto professore Giancarlo Falcioni, docente di biochimica presso l’università di Camerino, dove aveva anche studiato e si era formato professionalmente.

La sua scomparsa, avvenuta nei giorni scorsi all’età di 73 anni a causa di una malattia, ha colpito profondamente l’intera comunità fiuminatese, ma anche l’ambiente universitario di Camerino, dove è stato un docente molto stimato ed apprezzato da colleghi e studenti per le sue grandi doti professionali ed umane.

In passato, il prof. Giancarlo Falcioni aveva ricevuto anche una laurea Honoris Causa dall’Università polacca di Danzica. Il prof Giancarlo Falcioni lascia la moglie e tre figli.

Alla notizia della sua scomparsa, molte le reazioni, i ricordi, i saluti ed i sentimenti di affetto verso la sua famiglia, da parte di tanti colleghi dell’ateneo camerte. “Ricordo con affetto e sincera stima il prof. Giancarlo Falcioni – evidenzia il collega prof. Beniamino Tesei - che ho avuto il piacere di conoscere appena giunto a Camerino. Erano i tempi in cui c'erano le tre derivazioni della biochimica camerte e ricordo che ironicamente definiva "i Pietri e Paoli" alcuni "capiscuola" romani che volevano fungere da referenti nazionali. Come in questo aneddoto il suo atteggiamento è stato sempre fermo e leale anche se ammantato da ironia (la verità si dice scherzando). Sentite condoglianze alla famiglia”.

“Tutto il personale afferente alla Scuola di Scienze e Tecnologie – si unisce il direttore della stessa prof Davide Vitali - esprime le più sentite condoglianze ai familiari, agli amici e a tutti coloro che hanno collaborato con il collega Giancarlo Falcioni, per tanti anni punto di riferimento insostituibile in Unicam”.

“Anche la Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria - scrive nel suo post il direttore prof Guido Favia - si unisce alla comunità di Unicam tutta, esprimendo la propria vicinanza alla famiglia del Professor Falcioni con sincera partecipazione”.

“Con profonda tristezza la Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute – scrive in direttore della stessa prof. Francesco Amenta - partecipa alla scomparsa del prof Giancarlo Falcioni, che, fino al di lui collocamento a riposo, è stato, per anni, il Decano della Scuola. Giancarlo ci ha lasciati dopo una lunga malattia, che ha affrontato con riservatezza e che lo ha provato con grandi sofferenze. Dietro il suo aspetto apparentemente burbero ed il prendere a cuore le questioni accademiche, a volte, in maniera decisa, si nascondeva una persona di grande sensibilità e di profonda umanità che negli anni di servizio in Unicam ha dato costantemente un contributo di partecipazione e di equilibrio. Non dimenticheremo mai il suo attaccamento alla Scuola e l’avere sempre lavorato per la crescita e l’affermazione della stessa. A lui ed alla sua attività negli anni precedenti al collocamento a riposo si deve la crescita della componente Biochimica della Scuola e l’attuale sviluppo della stessa. Il personale docente, tecnico amministrativo ed il direttore della Scuola si stringono commossi alla Signora Falcioni ed ai tre figli di Giancarlo, manifestando loro la vicinanza in questa prova della vita così dura e difficile da superare. Giancarlo ci mancherai! Sentite condoglianze ed un abbraccio".

“Il personale della SAS ricorda con affetto il prof. Giancarlo Falcioni. Una delle prime memorie che ho di Giancarlo - scrive il direttore della Sas prof Roberto Ciccocioppo - risale a numerosi anni fa. Ero un giovane studente di dottorato ed un giorno ci incrociammo all'ingresso del Dipartimento, lui era in procinto di uscire ed io di entrare. Nella fretta per alcuni esperimenti in corso, entrai e con cattiva educazione gli ostacolai il passaggio. Giancarlo, con i suoi modi misti fra rimprovero e scherzo mi disse "Tu non diventerai mai un ricercatore". II caso ha voluto che si sbagliasse e per numerosi anni, da colleghi, abbiamo collaborato sia nell'ambito delle attività della Scuola del Farmaco che del dottorato di ricerca. Il dottorato è ciò che ci fece incontrare all'inizio ed è uno dei motivi a cui più è legata la nostra collaborazione. Giancarlo, è stato coordinatore del Dottorato di Ricerca in "Aging and Nutrition", che egli stesso ha voluto con forza e di cui è stato uno dei principali sostenitori sin dall'inizio. Per il dottorato si è speso con molte energie contribuendo alla vita della nostra School of Advanced Studies. Noi tutti lo ricordiamo con affetto come uomo e collega e, in questo difficile momento, il nostro pensiero va alla sua famiglia”.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 03-05-2021 alle 13:23 sul giornale del 04 maggio 2021 - 4073 letture

In questo articolo si parla di cronaca, camerino, fiuminata, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1vN