Nastri e cavi scaldanti: come funzionano, quali vantaggi offrono e dove trovarli online

3' di lettura 09/06/2021 - Quando si debbano installare tubazioni o rubinetti in presenza di temperature estremamente fredde, si rischia sempre che il liquido all'interno congeli e blocchi il flusso d'acqua o di liquido, cagionando malfunzionamenti anche importanti.

Per evitarlo, sia all'esterno che all'interno vengono impiegati cavi o nastri scaldanti completamente autoregolanti che impediscono tali inconvenienti. Ne esistono di diverse tipologie e possono essere tagliati ogni volta alla lunghezza desiderata.

L’importante è acquistare articolo di qualità che possano garantire elevare funzionalità come, ad esempio, questi cavi scaldanti di Rs Components Italia, azienda leader nel settore che ne offre diverse tipologie, pensate per soddisfare ogni esigenza.

Come si presentano e come funzionano i cavi scaldanti

Per generare calore questi cavi devono essere collegati a una fonte elettrica ma di solito non necessitano di trasformatori o adattatori, a parte in presenza di prese shuko: nel momento in cui si collocano ove si desidera l'energia al loro interno si autoregola abbassandosi d'intensità quando la temperatura abbia raggiunto i livelli ideali. Ciò consente persino di sovrapporli senza alcun rischio di surriscaldamento. Il materiale termoplastico è quindi molto resistente e ospita i cavi a matrice semi-conduttiva proteggendoli da umidità e intemperie.

Si acquistano in pratici rotoli da svariati metri e nelle caratteristiche tecniche, sia che si acquistino online che nei negozi fisici, dovranno chiaramente essere indicate le temperature massima e minima sopportabili dal cavo. Si può andare dai - 70 gradi centigradi ai + 200 e si può impiegare un termostato per controllarlo meglio.

Il wattaggio risulterà costante nell'ordine di circa di una decina di Watt per metro di cavo e la conformità dei materiali dovrà rispondere, a norma di legge, alla direttiva di conformità ROhS per quanto concerne gli standard di sicurezza. Ciò significa che non dovranno essere presenti, o comunque usati in modo estremamente limitato, elementi quali il piombo, il cromo, il mercurio e il cadmio, potenzialmente inquinanti.

Tutti i vantaggi e gli usi dei cavi riscaldanti

Come già accennato, questi cavi si possono tagliare alla lunghezza desiderata per una versatilità totale a seconda degli usi: di norma vi sono dentellature preimpostate a circa ogni metro di nastro. Grazie a tale peculiarità, si applicano a tubazioni che si trovano all'esterno in alta montagna o anche nell'industria della refrigerazione. In alcuni casi, ove vi sia un getto di acqua calda da mantenere costante, fungono come un piccolo impianto di riscaldamento continuo. Impediscono che si crei condensa praticamente ovunque e la loro flessibilità permette di avvolgerli anche più volte attorno a dispositivi più complessi quali le rubinetterie o persino le grondaie.

Si assicurano con i classici passacavi ma se necessario anche con adesivi, fascette e qualsiasi altro complemento utile a tenerli nella posizione desiderata. Il fatto che ci sia una termoregolazione interna che determina un rilascio della tensione elettrica più o meno importante ottimizza anche i consumi.

Laddove i nastri possono essere più larghi e adatti a installazioni su superfici maggiori, i cavi si presentano più sottili e quindi atti a intrecciarsi su elementi più piccoli e capillari.

Come acquistare online i cavi riscaldanti

Come già accennato, va prestata attenzione innanzitutto alle caratteristiche tecniche del singolo cavo, nonché alle certificazioni di conformità relative. Nonostante gli standard, poi, vi sono wattaggi al metro che possono anche differire tra loro e sopperire ad esigenze diverse, in un range di valori tra 10 e 4°.

Naturalmente, ciò dipende molto dalle condizioni nelle quali il cavo deve "lavorare", se in mezzo al ghiaccio o semplicemente a contatto con aria molto fredda. Chiarezza nei prezzi al metro, foto e assistenza tecnica sia pre che post vendita faranno ulteriormente la differenza.






Questo è un articolo pubblicato il 09-06-2021 alle 19:51 sul giornale del 10 giugno 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo





logoEV
logoEV