Il palasport di San Severino adeguato alla normativa antincendio, torna agibile un casale a Paterno

2' di lettura 12/06/2021 - Il palasport comunale “Albino Ciarapica” più bello e più sicuro. Il Comune di San Severino Marche ha terminato i lavori di riqualificazione interna della struttura di viale Mazzini che adesso risponde alle più recenti normative antincendio.

Migliorata, di molto, anche la sicurezza dell’impianto con l’adeguamento delle balaustre, delle scale e delle sedute delle tifoserie. Tutta la copertura in legno del sottotetto ha subito un trattamento ignifugo così come i montanti delle finestre. Completamente rifatte le pavimentazioni di ingresso e quelle di bordo campo. Le opere, per un importo complessivo di 250mila euro, sono state finanziate in parte dall’Amministrazione comunale e in parte dall’ufficio del Commissario straordinario del Governo alla ricostruzione sisma 2016 che, con l’Ordinanza n.104, ha messo a disposizione 200mila euro. Ad eseguire i lavori l’impresa Simo Costruzioni di Camerino che ha provveduto anche alla messa a norma di tutti gli impianti e alla sistemazione delle uscite di sicurezza. Nelle prossime settimane il palasport comunale “Albino Ciarapica” sarà interessato anche da lavori alle strutture esterne. Si procederà con opere d’efficientamento energetico della struttura, per un importo di altri 400 mila euro circa, tramite la realizzazione di un “cappotto”.

Anche in questo caso i lavori saranno adeguati alla più recente normativa antincendio. L’impianto sportivo di viale Mazzini, ultimato nel 1986, risulta costituito da un corpo centrale e da tre corpi laterali a due piani. Il complesso è stato realizzato con struttura portante in cemento armato, pilastri in acciaio e copertura in legno lamellare. Si tratta di uno spazio destinato alle attività sportive polivalenti con ambiti specifici che presenta gradinate e servizi riservati agli atleti, ma anche agli spettatori, e che viene utilizzato pure per occasioni a carattere non sportivo come concerti ed eventi vari. Nel 2016, durante la prima fase dell’emergenza terremoto, l’impianto è stato utilizzato anche per dare ospitalità a molte famiglie settempedane rimaste senza un tetto.

Il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, ha revocato l’Ordinanza di inagibilità con la quale, a seguito delle scosse di terremoto dell’ottobre 2016, aveva dichiarato non utilizzabile un casale di campagna in località Paterno. La dimora è stata nel frattempo interessata da lavori di riparazione del danno con miglioramento sismico per un importo complessivo di 450mila finanziato dall’Usr della Regione Marche.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-06-2021 alle 11:18 sul giornale del 14 giugno 2021 - 168 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b66h





logoEV
logoEV