Zanchini e Salis a San Severino da Caravan a Morricone

2' di lettura 04/07/2021 - Ha sfiorato lo stupore barocco il concerto inaugurale della manifestazione “Borghi in Jazz” a San Severino Marche, organizzata dall’associazione Tolentino Jazz, che ha visto di scena, lo scorso sabato, un duo di eclettici fisarmonicisti dallo spessore internazionale come Simone Zanchini e Antonello Salis, qui anche nella veste di superbo pianista.

I musicisti hanno presentato il loro progetto “Liberi” stravolgendo qualsiasi aspettativa di prassi esecutiva e catapultando il pubblico in un universo sonoro caleidoscopico in cui pianoforte e fisarmonica hanno viaggiato dal caos alla luce, dal parossismo al lirismo puro. Una suite dai materiali sonori trasfigurati quella proposta dal binomio pianoforte-fisarmonica che partendo da “Caravan” di Duke Ellington e transitando per assemblamenti e disgregazioni all’insegna della musica contemporanea ha estratto come per incanto da un magico cilindro il tema di “C’era una volta in America” di Ennio Morricone.

Da questo momento, e anche nelle successive interpretazioni di altri brani del compositore scomparso il 6 luglio dello scorso anno, l’atmosfera è cambiata e l’ammaliante fisarmonica di Zanchini è diventata voce appassionata, mistero di armonia cosmica rivelata nel tema di “Giù la testa” fino a giungere all’apoteosi nel solo bachiano in cui lo strumento, travestito da organo, ha visto brillare tutto il virtuosismo e la profondità interpretativa del suo esecutore. In abbinamento alla fisarmonica di Zanchini (spesso condita da suggestivi live electronics), Salis ha trasformato il pianoforte in una fucina di suoni e ritmi con le sue “preparazioni” sulla cordiera e nello stesso tempo ha sfoggiato altissima tecnica e uno stile percussivo di grande impatto. Nella parte conclusiva del concerto è stata protagonista la grande sinergia fra le due fisarmoniche fra ritmi latini e lunghe improvvisazioni molto apprezzate dal pubblico che in risposta alla travolgente performance del duo ha reclamato e ottenuto il bis.

Il tocco finale coinvolgente ed entusiasmante, è stato sempre all’insegna di Morricone, con le musiche di “Il buono, il brutto e il cattivo” e l’affascinante tango di “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”.


   

da Organizzatori





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-07-2021 alle 19:52 sul giornale del 05 luglio 2021 - 261 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, san severino marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/b91L





logoEV
logoEV