Un teatro di paglia per Pintura

3' di lettura 19/07/2021 - Al fine di valorizzare e non abbandonare i nostri monti Sibillini, fortemente provati dagli eventi Sismici e dalla Pandemia ad Agosto 2020, è stato riaperto il “Rifugio Pintura”, una delle prime strutture create negli anni 60 dall’Ente Turismo della Provincia di Macerata con lo scopo di incrementare, già in quegli anni, il turismo di montagna nelle Marche.

Per accogliere un turista che ami come noi amiamo i nostri monti. Lo scopo è quello di far conoscere la storia dei nostri luoghi e la nostra immensa cultura. Dopo la pandemia, non solo il turismo ha registrato una grande crisi ma anche la cultura e il teatro sono stati duramente provati. Proprio per “esorcizzare” questi eventi negativi il Rifugio Pintura ha deciso di organizzare una rassegna teatrale presso la sua struttura.

Una rassegna completamente gratuita al pubblico che permetta di riportare nei nostri monti quelle forme di arte che gli appartengono. Grazie alla sponsorizzazione del “Rifugio Pintura”, al patrocinio del Comune di Bolognola, della Proloco La Sibillina di Bolognola, del MAMA e alla compagnia Teatrale “Ruvido Teatro” è stato possibile realizzare la rassegna “Il teatro di Paglia” che avrà luogo presso il giardino del “Rifugio Pintura” nella località di Pintura di Bolognola.

La rassegna sarà completamente gratuita e prevede una serie di eventi teatrali e non, tutti con inizio alle ore 18.30 per permettere a tutti di goderli all’aperto in una cornice meravigliosa. Ruvidoteatro, da anni impegnata nel recuperare il patrimonio paesaggistico e culturale del territorio attraverso eventi e spettacoli all’interno di situazioni e strutture turistiche, ha aderito con piacere alla proposta del Rifugio Pintura, creando una serie di appuntamenti per avvicinare il pubblico e il turista a questi bellissimi luoghi attraverso il coinvolgimento del teatro. Il programma sarà aperto venerdì 23 luglio con lo spettacolo di Ruvidoteatro “Bevo il vin cogli occhi poi” liberamente ispirato alla Locandiera di Goldoni, con 8 attori in scena con costumi del ‘700, i quali danno vita ad una trama divertente e coinvolgente arricchita da musiche dal vivo e da una spumeggiante recitazione.

Il secondo appuntamento, sempre con Ruvidoteatro, sarà sabato 7 agosto nello spettacolo “Il circo o quasi” divertente e strampalata riproposizione di un circo pasticcione dove acrobati imbranati, clown musicisti, domatori di belve feroci coinvolgeranno il pubblico direttamente sul palco per far ridere grandi e piccini. Si prosegue giovedì 12 agosto con l’evento realizzato da Tea Fonzi “Chi è la Sibilla Appenninica?” che ci farà conoscere il mondo della Sibilla Appenninica con racconti storie incredibili. Al termine vi sarà una degustazione gratuita dei prodotti della Distilleria Varnelli. Azienda sempre pronta a sostenere gli eventi culturali delle nostre realtà locali.

La rassegna si conclude giovedì 26 agosto, sempre con Ruvidoteatro che presenta lo spettacolo “Arlecchino servo truffaldino” una rivisitazione in chiave comica dell’Arlecchino servitore di due padroni di Goldoni, con una trasposizione burlona e divertente delle avventure di Arlecchino la maschera per eccellenza della commedia dell’arte, coinvolgendo tutto il pubblico nell’azione per una rappresentazione adatta a tutti.

Tutti gli spettacoli ed eventi avranno luogo all’Arena di Paglia del Rifugio Pintura a località Pintura di Bolognola con inizio alle 18.30 e saranno ad ingresso gratuito su prenotazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2021 alle 13:01 sul giornale del 20 luglio 2021 - 225 letture

In questo articolo si parla di teatro, matelica, spettacoli, ruvido teatro, compagnie locali, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ca6b





logoEV
logoEV