Due nuovi mezzi per il soccorso avanzato per la Croce Rossa di Camerino

2' di lettura 24/07/2021 - Giorno di festa oggi per il comitato locale della Croce Rossa presieduta da Gianfranco Broglia con l’inaugurazione di due nuovi mezzi, precisamente “ambulanze di soccorso avanzato”.

Un parco macchine che va ad arricchirsi di due nuovi automezzi indispensabili per lo svolgimento del servizio di emergenza territoriale ed ancora di più importanti per l’intero entroterra. Il comitato Cri di Camerino è nato nel 1915 dall’idea di istituire un corso libero e gratuito per le infermiere come quello istituito dalla Cri Italiana. Furono 110 le iscritte a tale corso e di loro solo 21 completarono il percorso e superarono gli esami finali nel maggio dello stesso anni. Nel frattempo si gettarono le basi per la costituzione di un Comitato di Croce Rossa nel comune di Camerino, che si realizzò e che vide come primo presidente della storia della Cri locale l’allora magnifico rettore dell’Università prof. Giovanni Gallerani.

Lo spirito di volontariato su cui è stata fondata e che sostiene la Cri Nazionale e Internazionale, è quello che ha contraddistinto gli operatori locali nelle emergenze quotidiani e più gravi, dove tra quest’ultime si contraddistinguono l’aiuto portato ai cittadini prima durante le calamità naturali dei ripetuti terremoti che hanno colpito il territorio, ma soprattutto la più recente riferita alla pandemia da Covid-19. Ed è proprio in quest’ultima che gli operatori ed i propri mezzi della sezione di Camerino si sono contraddistinti mettendosi al servizio a tempo pieno a disposizione della Sanità regionale.

Per questo la cerimonia di inaugurazione di oggi delle due nuove ambulanze è stata ancora più significativa con la partecipazione di tanti rappresentanti delle altre varie vaste, non solo quelli della AV3 di Macerata, le principali autorità locali, civili e religiose. L’evento si è svolto presso la rinnovata sede, nei locali del ricovero mezzi in viale G. Leopardi, con la benedizione delle ambulanze da parte dell’arcivescovo di Camerino e San Severino mons. Francesco Massara. Sono seguiti gli interventi del padrone di casa e presidente del Comitato CRI Camerino Gianfranco Broglia, del sindaco Sandro Sborgia, del vice presidente del consiglio regionale delle Marche Gianluca Pasqui, del consigliere regionale Renzo Marinelli, del presidente del comitato regionale marche della Cri Andrea Calvagno e di quello dell’Abruzzo Gabriele Perfetti.

Hanno quindi presentato le rispettive attività nell’ambito del comitato e dei vari servizi sanitari: Maria Spada (salute), Antonella Nalli (Sociale), Gianfranco Broglia (protezione Civile), Kalif Abdalà (principi e salute), Francesca Consoli (gioventù) e Magda Galosi (Comunicazione e promozione del volontariato).


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 24-07-2021 alle 19:53 sul giornale del 26 luglio 2021 - 202 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cbZV





logoEV