Abdelwahed e il post Olimpiade, dall'infortunio 'nascosto' agli ori di Tamberi e Jacobs: "Nel villaggio italiano umore alle stelle"

3' di lettura 03/08/2021 - E’ atteso per domani il ritorno in Italia del siepista azzurro, studente di Unicam alla scuola di Giurisprudenza, Ahmed Abdelwahed dalle Olimpiadi di Tokyo, atleta che insieme ai fratelli Zoghlami fa parte dello stesso G.S. delle Fiamme Gialle.

Il regolamento olimpico in emergenza Covid-19 prevede che dopo la gara gli atleti facciano ritorno nei rispettivi paesi. Per Ahmed e Ala Zoghlami c’è stata la soddisfazione di disputare la finale dei 3000 siepi, che è stata sfortunata per l’atleta cresciuto nel Cus Camerino e poi passato al GS Fiamme Gialle, ma iscritto ad Unicam e che difende i colori del Cus Camerino nelle manifestazioni universitarie.

La stessa umiltà e semplicità che lo hanno sempre contraddistinto e portato a realizzare già un sogno grande come quello di prendere parte ad una Olimpiade, la prima, lo ha fatto apprezzare ancora di più, quando a fine gara ha ammesso la delusione per le aspettative che aveva riposto in tutti gli sportivi, che viste le sue prestazioni erano stati abituati troppo bene e si aspettavano di più. Dietro a questa finale sfortunata c’è però un retroscena che non ha voluto svelare per non prenderlo come attenuante.

Seppur piccolo tanto da passare inosservato anche alle telecamere, un pochino ha certamente influito, oltre alla tensione ed all’emozione della gara. Era in mezzo al gruppo quando al terzo giro ha sbattuto forte con il ginocchio sinistro su un ostacolo ed il dolore sicuramente ha influito su una gara ancora lunga, ma la voglia di concludere la sua prima olimpiade è stata più forte del dolore. La competitività ne ha però risentito. “Non mi sembrava il caso evidenziarlo – ha solo accennato Ahmed - perché ormai quel che era fatta era fatto”.

Anche in questo c’è la maturazione dell’uomo atleta, perché il risultato non poteva cambiarlo nessuno. Basti pensare ad un piccolo contatto fra due auto di F1 tra gomma e alettone quanto può incidere negativamente nell’immediato e lì non c’è il contatto del pilota, ma solo quello del pezzo che in certi casi è importante a livello aerodinamico. Nel caso di un atleta impegnato in una gara veloce a piedi, la reazione è molto ben diversa, infatti nel dopo gara l’arto si è gonfiato ed è stato necessario fasciarlo. Malgrado questo infortunio/incidente di gara (come viene chiamato), non sia stato notato, i messaggi da parte dei suoi fan camerti sono stati di ringraziamento comunque per aver vissuto insieme belle emozioni e condiviso il bel sogno di Ahmed, il primo grande sogno.

La festa c’è stata comunque, anche per lui con gli altri atleti medagliati come Tamberi e Jacobs, entrati nella storia con due ori conquistati in 10’ l’uno dall’altro. E lui, Ahmed, sui social ha risposto con: “Grazie di cuore per tutto, la comunità camerte è stata spettacolare. Vi porto nel cuore per sempre”.

Nel villaggio olimpico invece che clima di respira in casa degli Azzurri?
“Per quanto riguarda il clima al villaggio olimpico dell’Italia è pazzesco, c’è tanta euforia, i ragazzi sono tutti molto carichi. Personalmente, sono riuscito a parlare a tratti ed ho pranzato con Gimbo Tamberi prima della sua gara ed era molto motivato. Continuava a dirmi che voleva vincere e tra un po’ si sarebbe realizzato il suo sogno. Tutto questo prima della gara e sono stato felicissimo dopo il suo successo e di dividere con lui queste emozioni pre gara e poi post gara c’è stata una riunione dove lui e Marcel Jacobs hanno condiviso con noi le loro gioie. E’ stata una cosa speciale, momenti incredibili da condividere con loro in una Olimpiade dove hanno vinto l’oro. Due ori del genere sono qualcosa di spettacolare e ci hanno fatto sentire come se l’avessimo vinto tutti insieme nonostante fossero discipline individuali”.








Questo è un articolo pubblicato il 03-08-2021 alle 18:03 sul giornale del 04 agosto 2021 - 734 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cdlP





logoEV
logoEV
qrcode