Canil: "Non volevo offendere i tifosi del Matelica, li invito al Del Conero"

1' di lettura 13/08/2021 - A chiarimento di quanto riportato da alcuni organi di informazione in merito alle dichiarazioni del Patron Mauro Canil rilasciate a Radio Tua in riferimento ai tifosi del Matelica si intende specificare quanto segue.

In nessuna maniera si è voluto offendere la tifoseria della nostra città. Nel nostro piccolo stadio non esiste una tribuna riservata ai gruppi organizzati, come accade in altre piazze, e questo spesso è stato motivo di discussione tra i tifosi per qualche fumogeno o rullo di tamburi in più. Questo è il dato di fatto. Come in tutte le piazze di calcio nelle tribune sono presenti gli spettatori che desiderano assistere in pace alla partita senza suonare o cantare. A Matelica le due posizioni sono sempre state in convivenza. Il concetto che il Patron Mauro Canil voleva esprimere era soltanto questo, senza offendere nessun tifoso del Matelica. Anche perché, tutto sommato, il contesto della domanda era riferito alla calda accoglienza riservata alla proprietà da parte della tifoseria dell'Ancona, che invece è organizzata in modo corposo ed allo stadio ha sempre avuto un suo spazio riservato. Cogliamo l'occasione per invitare i nostri tifosi a seguirci in Tribuna o in Curva allo stadio “Del Conero”, dove avranno il loro spazio per godersi la partita come amano fare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-08-2021 alle 12:40 sul giornale del 14 agosto 2021 - 2763 letture

In questo articolo si parla di attualità, matelica, ancona, comunicato stampa, ancona-matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ceLf





logoEV