Il futuro di Castelsantangelo sul Nera passa dalla ricostruzione: approvato il piano urbanistico attuativo

6' di lettura 13/08/2021 - Un modello interdisciplinare per la ricostruzione post-sisma fortemente integrato e attento al coinvolgimento della popolazione e di tutti gli attori della ricostruzione. Un Comune catastroficamente colpito che ha fondato le basi della sua ricostruzione sull’elaborazione dello strumento unico dei Piani Urbanistici Attuativi, essenziale per dare concretezza e certezza sulla reale ricostruzione.

Si è svolto ieri pomeriggio, in presenza e in video conferenza il Consiglio Comunale del Comune di Castelsantangelo Sul Nera, per l’approvazione definitiva del Piano Urbanistico Attuativo che è stato votato all’umanità dei Consiglieri comunali presenti a testimonianza della totale condivisione del percorso amministrativo intrapreso e dell’importanza dell’obiettivo raggiunto.

Un altro “tassello importante ed essenziale nel mosaico della ricostruzione per il nostro territorio” ha detto il Sindaco Mauro Falcucci, che con la recente pubblicazione dell’Ordinanza Speciale del Commissario n. 14 del 15 luglio 2021 vengono poste tutte le condizioni oggettive per una celere ricostruzione.

E’ stata una giornata molto importante, una seduta “Storica” del Consiglio Comunale perché viene scritta “la pagina della rinascita”, ha sottolineato il Sindaco, che conferma quanto sia stato fondamentale la multidisciplinarità del gruppo di progettazione, per la riformulazione del disegno strategico associato alla ripresa di un territorio gravemente lacerato dal Sisma 2016. Innovazione sociale, partecipazione dei cittadini e approccio multidisciplinare spiega il Sindaco Falcucci, “Autentico e non Identico" - affermò da subito l’Arch. Stefano Boeri sono stati i presupposti alla base della definizione, di ripensamento, riorganizzazione e rigenerazione urbana del territorio comunale.

Al Consiglio Comunale sono intervenuti in videoconferenza l’Arch. Stefano Boeri del raggruppamento temporaneo dei professionisti che vede la Mate Soc. Coop.va – Arch. Raffaele Gerometta, Pro.ge. 77 s.r.l. – Arch. Francesco Nigro e Arch. Valeria Polizzi e Arch. Corrado Longa. Dice Stefano Boeri: “Con il team di progettazione al quale hanno preso parte anche il Professor Franco Braga e il Professor Alberto Prestinzi, abbiamo immaginato un futuro nuovo per Castelsantangelo: un futuro per le persone e per la Comunità, non solo per le pietre. Per questa ragione, il Piano di Ricostruzione persegue l’idea di rigenerare le autentiche relazioni tra le attività umane (in primis, il lavoro e la residenza) e gli spazi costruiti, piuttosto che proporre la semplice riedificazione, “dove era, come era” del tessuto urbano, distrutto dal sisma”.

Al Consiglio Comunale è intervenuto in call anche il Commissario Straordinario per la Ricostruzione On. Avv. Giovanni Legnini il quale ha elogiato l’Amministrazione, gli uffici tecnici comunali, il team dei progettisti, per l’ottimo lavoro e il traguardo raggiunto esempio di “Best Pratics” da prendere a modello per una ricostruzione, di qualità, sicura e con una visione futura che non si è limitata solo ad una ricostruzione materiale ma anche una rinascita socio economica. Un traguardo di qualità lo ha definito il Commissario che allo stesso tempo rappresenta punto di partenza e previsione futura del territorio Comunale per i prossimi 100 anni. Uno strumento urbanistico ben fatto, un lavoro straordinario, una scelta di Pianificazione e di programmazione di qualità, che garantirà e governerà la ricostruzione dei prossimi anni.

Nel suo intervento Legnini, ha ricordato come Castelsantangelo Sul Nera, sia uno dei pochissimi Comuni che oggi ha tutti gli strumenti necessari utili per governare la ricostruzione del proprio territorio a partire dal “D.D.R” Documento Direttore per la ricostruzione, per poi passare al “P.U.A”, Piano Urbanistico Attuativo, arrivando al “P.S.R.” Programma Straordinario per la Ricostruzione che si è avvalso del Piano Attuativo, per arrivare alla recente Ordinanza Speciale che rappresenta la dotazione finanziaria di questo processo di ricostruzione per il territorio Comunale. La compiutezza di una scelta di visione, programmatica, pianificatoria, che consentirà al Comune di Castelsantangelo Sul Nera di essere in una posizione tale da garantire celerità e qualità della ricostruzione! Dopo l’intervento del Commissario Legnini è stata la volta dell’Assessore della Regione Marche Avv. Guido Castelli, il quale, portando il saluto del Presidente Acquaroli impossibilitato a partecipare per un contestuale impegno Istituzionale, è intervenuto ricordando i primi momenti vissuti da Sindaco insieme a Falcucci, subito dopo i primi eventi sismici. “Una pietra miliare” l’ha definita Castelli. Il coraggio di fare cose non scontate. Oggi è un giorno importantissimo per Castelsantangelo Sul Nera che approva uno strumento tecnicamente raffinato e scrupoloso, ma che contiene elementi che vanno oltre la dimensione tecnica, e che possono essere considerati uno strumento, una mappa che consente all’Amministrazione di affrontare non solo la ricostruzione fisica/materiale ma anche la rigenerazione economica sociale dei Borghi e dei Comuni oggetti dell’attività di ricostruzione fisica. Ha concluso complimentandosi per l’ottimo lavoro ed esprimendo gratitudine a tutti coloro che hanno concorso al raggiungimento dell’ottimo risultato, che è un punto di partenza e rappresenta anche un punto di arrivo.

L’Arch. Raffaele Gerometta, del gruppo Mate Soc. Coop.va, ha ricordato come chiudere un piano non è mai semplice, non è mai facile e soprattutto chiuderlo nei tempi e nei modi e con i contenuti previsti a Castelsantangelo Sul Nera, è rarissimo riuscirci in questo modo, se poi ci aggiungiamo anche i fattori di difficoltà legati alla complessità, alla particolarità, alla delicatezza dell’argomento che è stato trattato, oltre al numero di attori e soggetti che sono stati coinvolti, potremmo dire che l’aggettivo raro diventa unico. L’Arch. Gerometta ha ringraziato tutti ricordando in particolare l’ottimo risultato raggiunto dall’Arch. Francesco Nigro, l’Arch. Valeria Polizzi e l’Arch. Corrado Longa, che hanno fatto un lavoro eccellente anche grazie alle condizioni logistiche e operative garantite dal Sindaco Falcucci e all’ottimo coordinamento del RUP Arch. Marco Guardascione. Il sindaco ha concluso ricordando che il difficilissimo compito pianificatorio da parte del Comune si è concluso, ora avanti senza indugi con costituzione di aggregati, progettazione e attivazione di cantieri.

E’ stato un lungo periodo di costante e continuo impegno che ha visto le professionalità tecniche del Comune, guidate dal Responsabile dell’Area Tecnica Arch. Marco Guardascione unitamente al fondamentale supporto dell’Area Amministrativa, esprimersi al massimo ai quali va un sentito e profondo ringraziamento a nome di tutta l’Amministrazione. Un pensiero di gratitudine, ha concluso il Sindaco Falcucci, per il risultato raggiunto è stato rivolto al Commissario Legnini, al sub Commissario Loffredo e a tutta la struttura commissariale che hanno di fatto dato una significativa e concreta svolta al processo di ricostruzione. Un grazie al Presidente Acquaroli, all’Assessore Castelli e all’USR Marche diretto dall’Ing. Babini per la preziosa e indispensabile collaborazione resa durante tutto il complesso percorso delle fasi di pianificazione raggiunto anche grazie alle Istituzioni che hanno partecipato al Protocollo d’Intesa quali Soprintendenza Marche, Parco Nazionale Monti Sibillini, Provincia di Macerata e struttura Commissariale che hanno contribuito con le loro professionalità alla stesura del PUA, che ha interessato tutto il territorio comunale riducendo significativamente i tempi burocratici.


dal Comune di Castelsantangelo sul Nera






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-08-2021 alle 13:31 sul giornale del 14 agosto 2021 - 1128 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di Castelsantangelo sul Nera, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ceLm





logoEV
logoEV
qrcode