Tante richieste per vaccinarsi in farmacia a Camerino: "Un servizio molto apprezzato"

4' di lettura 10/09/2021 - Ha ottenuto fin da subito grandi consensi e richiesta il servizio offerto dalle farmacie nella notta alla prevenzione al Covid-19 con tamponi prima e vaccini dopo.

A Camerino, da quando è possibile effettuare il vaccino anche nelle farmacie, la sola ed unica che al momento è attiva è quella Milesi-Ferretti nel quartiere di Montagnano. Il lavoro è cresciuto sensibilmente, com'era prevedibile, nel periodo estivo ed in questo di avvicinamento alla riapertura delle scuole, ma anche e dopo la chiusura dell'hub vaccinale di Camerino.

Organizzatasi nel migliore dei modi, la farmacia Milesi-Ferretti cerca di offrire il miglior servizio sul territorio a tutti, anche durante i turni festivi di apertura che gli competono. Positive e indicative le percentuali delle persone che sono ricorse al vaccino presso la farmacia camerte dopo l'entrata in vigore del Green Pass obbligatorio, ma non mancano ancora gli scettici, mentre giovani, 50enni e soprattutto over 60 hanno risposto alla grande. "Abbiamo un'ottima adesione da parte del pubblico che apprezza tantissimo questo servizio - dice il dott. Marco Ferretti della farmacia Milesi/Ferretti - adesso lo facciamo nell'orario di chiusura dalla 14 alle 16,30 o 17,00 (dipende dalla puntualità e da quanti sono), un giorno la settimana (il martedì su prenotazione) e in 7 giorni abbiamo vaccinato oltre 40 persone. Vacciniamo anche persone sopra a 60 anni con il siero Johnson & Johnson, che è la cosa più importante, in quanto viene inoculata una sola dose. Basta chiamare e prenotarsi, gruppi di 5 persone e noi li facciamo. Se qualcuno non riesce a venire quei giorni, per qualche eccezione cerchiamo di farlo secondo le esigenze della persona interessata".

Quali sono le fasce di età più interessate a vaccinarsi? "Per le prenotazioni che riceviamo la percentuale più alta è relativa a persone con più di 60 anni, alle quali somministriamo il vaccino monodose, mentre per la fascia di età compresa fra i 18 e i 60 anni utilizziamo il Pfizer".

Possiamo quindi dire che nella zona i 50enni si sono convinti a premunirsi con il vaccino? "Sì, sicuramente, sono molti, vengono volentieri, poi si trovano molto bene, anche per la comodità che offriamo grazie al comodo divano, al condizionatore che è importante per il caldo. Non c'è assembramento in quanto sono pochi alla volta e si rispettano i tempi stabiliti senza ulteriori attese. Per cui hanno apprezzato veramente molto il servizio che offriamo".

Con l'apertura libera anche ai giovani, sia in vista dell'estate prima che ora per l'ormai prossimo inizio della scuola, i ragazzi come hanno risposto? "C'è stata una grande adesione da parte dei giovani che hanno avuto così una grande opportunità per vaccinarsi. Noi siamo molto contenti per contributo che stiamo dando all'intera zona con questo servizio, anche per il fatto che l'hub di Camerino è chiuso, per cui le persone devono spostarsi nelle zone vicine ed avere un'opportunità sotto casa per vaccinarsi è molto più comodo e conveniente. Addirittura quando siamo di turno, se ci sono richieste dell'ultimo momento, com'è accaduto di recente con persone che avevano in programma matrimoni o feste vari, li abbiamo accontentati con il tampone. In vista della ripresa delle scuole, anche in virtù del decreto che stabilirà il governo sul green pass, ci sarà sicuramente un ulteriore incremento, in quanto, chi lavora ha necessità di avere il Green Pass, ovvero deve vaccinarsi o fare un tampone ogni 48 ore. Poi facciamo anche studenti universitari esterni che vengono per i master o corsi, comunque esterni e in gran parte stranieri, che vogliono avere una certa sicurezza. Ne facciamo diversi al giorno, abbiamo vaccinato anche diversi studenti stranieri, li aiutiamo con la compilazione dei documenti. Logicamente devono avere tutti i requisiti per la residenza, qualifica e finalità per poterli registrare nel sito del Ministero della Sanità".

Per chi non vuole vaccinarsi quindi fate anche i tamponi giornalieri? "Sì, purtroppo ci sono ancora persone che non sono convinte del vaccino e continuano a venire per fare il tampone. Secondo me, con il passare del tempo questo cambierà, in quanto non conviene fare tutti i giorni o ogni 48 ore un tampone per avere i documenti necessari per lavorare e muoversi".

Va ricordato che il vaccino è totalmente gratuito anche in farmacia, mentre i tamponi hanno costi calmierati, che sono di 15 euro per quello antigenico per adulti e di 8 euro per quelli al di sotto dei 18 anni. mentre per quanto riguarda il tampone salivare, questo deve ancora ricevere l'autorizzazione a livello nazionale per avere il green pass, che comunque dovrebbe avere uil via libera, anche perché i costi sono ancora più modesti. Presto a Camerino altre farmacie dovrebbero allinearsi per la somministrazione dei vaccini.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 10-09-2021 alle 12:49 sul giornale del 11 settembre 2021 - 644 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cizT





logoEV
logoEV