Prima Categoria avvincente con Camerino, Matelica, Castelraimondo e Settempeda, mister Tiburzi: "Nel girone tutte squadre attrezzate"

3' di lettura 16/09/2021 - Tornano i campionati dilettantistici minori da fine mese e nel girone C di Prima Categoria dove ci sono tutte le maceratesi. Nell'entroterra le 6 sorelle rivali sono rimaste in 5 con il Fiuminata che non si è iscritto, ritroveremo Camerino, Fabiani Matelica (diventata solo Matelica e prima squadra della città dopo la creazione dell'Ancona Matelica), quindi la Folgore Castelraimondo, Pioraco e la Settempeda.

Sono queste le classiche di sempre e di una volta, nell'amarcord degli sportivi dell'entroterra per le gloriose e sentitissime sfide, che provano a ridare nuove emozioni. Saranno subito forti quelle che ci proporrà già la prima giornata in programma sabato 26 settembre quando al Livio Luzi di Camerino sarà subito gran derby fra i locali e il Matelica. Il Camerino si sta avvicinando bene all'avvio del campionato ed ha margini di miglioramento, ma deve affinare ancora qualcosa, soprattutto a livello di mentalità e concentrazione nella gestione del match con più attenzioni nei momenti cruciali.

E' quanto ha detto la prima gara ufficiale di Coppa Italia di categoria, dove i biancorossi di mister Andrea Tiburzi (nella foto sopra) hanno pareggiato a Caldarola 1-1 dopo essere passati in vantaggio con Giovanni Cesari (nella foto sotto) e non aver chiuso il match. Nel finale i locali hanno pareggiato con Ruggeri ed i due punti lasciati amaramente sul campo potrebbero pesare per il cammino in Coppa, dove i camerti domenica riposeranno per poi affrontare in casa la Settempeda nel triangolare di questo primo turno.

Mister Tiburzi un commento su questo nuovo girone C?
"La novità riguarda le due anconetane come San Biagio Osimo e Villa Musone, mentre la fermana Elpidiense-Cascinare già c'era. A mio avviso è un girone molto equilibrato con tutte squadre ben attrezzate, poi indubbiamente c'è chi si è meglio organizzata e vedo 3 - 4 squadre per le parti alte, dove svettano tra queste Casette Verdini e Montemilone/Pollenza che dovrebbero avere un qualcosa in più, non mi fiderei troppo nemmeno di Matelica, Appignano e Settempeda".

Per il Camerino che campionato si preannuncia, con quali obiettivi?
"Non abbiamo grandi obiettivi, se non quelli di far bene e vivere alla giornata, gara dopo gara, rispettando tutti, ma consapevoli di poter e dover sempre dare il nostro meglio. Viste le difficoltà che presentano tutte le avversarie non dobbiamo mai abbassare la guardia, il rischio di perdere è altissimo e dobbiamo rimanere sempre concentrati, altrimenti il cammino può diventare pericoloso, il torneo si preannuncia molto equilibrato in generale, per cui ogni giornata sarà fondamentale".

Il Camerino è al completo e pronto per affrontare la nuova stagione, dopo quasi due anni di stop?
"Al momento siamo al completo, partiamo con l'organico che abbiamo e vediamo che indirizzo prende il campionato. Eventualmente se occorre qualche giocatore valuteremo al momento quelli utili alla nostra causa, ma al momento va bene così. Molto importante sarà fare attenzione agli infortuni visto che si riprende a giocare dopo quasi due anni di stop e non è facile".

Al debutto sarà subito derby in casa al Luzi contro l'ormai ex Fabiani Matelica che è diventata la prima squadra di Matelica dopo la "fusione" con l'Ancona della squadra in Lega Pro. Come vede questo match?
"Sicuramente una gara difficile, molto difficile, per tanti motivi, perché è un derby, l'avversario è ben attrezzato e sul piano tecnico molto forte, per cui va preso molto con le molle. Un match che si preannuncia interessante, avvincente e difficilissimo".


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2021 alle 18:24 sul giornale del 17 settembre 2021 - 1167 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica, castelraimondo, san severino marche, camerino, angelo ubaldi, prima categoria, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cjDd





logoEV
logoEV