Il Camerino si presenta, tra le novità anche una convenzione per calciatori universitari

4' di lettura 19/09/2021 - Tre le novità nell’Asd Camerino Calcio all’inizio della nuova stagione, illustrate ieri sera nell’evento di presentazione delle squadre al Sottocorte Village alla presenza di autorità locali e sponsor.

Due riguardano l’immagine ed il look: la prima è il rinnovato stemma societario stilizzato e molto elegante, che riprende (o meglio “rievoca”) il periodo medievale con un guerriero a cavallo, il tutto con i colori tradizionali del bianco e rosso contornati da una fine cornice di nero. La seconda sono le nuove maglie della Zeus, in linea con la realizzazione del simbolo societario, ma più semplici per una casacca divisa a metà tra bianco e rosso con su il nuovo sponsor Coccia Costruzioni (per un tocco dorato). La terza e probabilmente la più importante e innovativa, è la collaborazione con la locale università ed il Cus Camerino, per l’agevolazione alla pratica sportiva degli studenti Unicam, i cui calciatori già in essere, possono praticare questa disciplina ed eventualmente far parte della squadra locale nei campionati federali.

“Noi abbiamo avviato dei progetti con delle borse di studio per gli studenti che rappresentano le eccellenze nello sport – spiega il presidente del Cus Camerino Stefano Belardinelli – ed anche dei percorsi dove lo studente che fa sport ha degli aiuti sia a livello didattico da parte di tutor e di percorsi agevolati (come spostare un esame) sia dei premi in denaro quando rappresenta appunto un’eccellenza dello sport. Eravamo più in difficoltà per gli sport di squadra ed in particolare nel calcio, perché per lo studente, quando fa domanda per accedere a questi percorsi, è più difficile dimostrare un proprio titolo sportivo oppure di aver partecipato a gare di livello nazionale, internazionale a differenza di una disciplina individuale.”

“Ora, tramite questa convenzione con l’Asd Camerino Calcio – prosegue Belardinelli – vorremo invece dare l’opportunità anche a studenti che non fanno attività professionistica, ma che giocano a calcio e studiano ad Unicam, di accedere a queste agevolazioni. E’ ovvio che dovremo fare un po’ anche i cercatori, nel senso che dobbiamo andare anche a trovare questi ragazzi e vedere se tra i nostri iscritti ci sono anche dei buoni giocatori che, momentaneamente ha sospeso l’attività per motivi di studio presso la società di provenienza e potrebbe giocare nel Camerino. Potrebbe essere anche straniero lo studente che desidera giocare a calcio, perché l’Università di Camerino non ha problemi a far partecipare gli stranieri. Ovviamente, in questo caso, si rispetteranno le regole della Figc, ma in gran parte dei casi non vi sono problemi, in quanto i permessi sportivi e i tesseramenti sono possibili”.

Già in passato una situazione simile si era casualmente verificata, ma in quel caso con la squadra del Cus Camerino, che attraverso i propri studenti calciatori nelle varie categorie dilettantistiche hanno portato in alto i colori del Cus ed il nome della città con tre titoli di Campioni d’Italia ed uno di vice campioni europei in Olanda nel 2006 ad Eindhoven con la squadra guidata da Mister “Europa” Mario Pollicelli nel torneo continentale universitario.

Cus Camerino che in tre partecipazioni europee si è piazzato sempre entro le prime 6. Da sottolineare come in squadre universitarie di altri paesi affrontati in Europa dal Cus Camerino come Francia, Grecia, Olanda, Germania, Estonia e Turchia (Campione ad Eindhoven nel 2006) figurassero giocatori allo stesso tempo studenti e semi-professionisti delle rispettive squadre della propria città, quindi partecipanti alla serie maggiore della propria Liga. Il percorso europeo della squadra di calcio del Cus Camerino ha dato modo ad Unicam di inserirsi a livello internazionale nell’Eusa (l’Associazione Sportiva Universitaria Europea) e di poter poi organizzare gli Europei di Volley prima e tennistavolo poi. La serata al Sottocorte Village si è conclusa con la presentazione dei giocatori delle varie squadre del Camerino Calcio e con lo staff tecnico e societario di quelle delle giovanili che da quest’anno fanno parte della nuova società nata dalla fusione fra Asd Camerino e Folgore Castelraimondo.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 19-09-2021 alle 11:04 sul giornale del 20 settembre 2021 - 730 letture

In questo articolo si parla di sport, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cjZ3





logoEV
logoEV