Camerino abbraccia una famiglia croata, successo per il concerto di solidarietà

2' di lettura 21/09/2021 - Grande partecipazione nei giorni scorsi in piazza Dario Conti al Sottocorte Village di Camerino, che ha ospitato il concerto “Generose armonie”, un'esibizione del locale gruppo bandistico con finalità solidali in favore di una famiglia croata colpita da terremoto dello scorso anno. Iniziativa che è stata promossa dall'Ordine Francescano di Camerino e che ha ricevuto l'apprezzamento di tutti i presenti.

“Questo appuntamento – ha spiegato il dott. Giulio Mancinelli membro dell’ordine – è stato voluto dall’Ordine francescano secolare di Camerino nell’ambito del progetto “Pietra su pietra”, nato per aiutare coloro che, in seguito al terremoto del Centro Italia del 2016, hanno perso casa e affetti. In Croazia nel 2020 un evento simile al nostro ha colpito quella popolazione, ma ai disagi che già conosciamo si sono aggiunti quelli creati dal Covid e la situazione è davvero difficilissima. Quindi la famiglia francescana di Camerino, passando da bisognosa di solidarietà ad essere solidale, si è messa in contatto con la referente della famiglia francescana croata, che ha prontamente fatto da ponte con la famiglia che aiuteremo, anche con i fondi raccolti durante questo concerto”.

“Voglio ringraziare pubblicamente – ha detto Venanzia Righi neo ministra e responsabile dell’ordine camerte – Gilberto Spurio, presidente dell’Associazione Adesso Musica e Vincenzo Correnti, direttore artistico dell’Istituto musicale Nelio Biondi, unitamente ai musicisti dell’Orchestra di Fiati “Città di Camerino”, la Pro Loco per il grande aiuto, il Comune di Camerino, l’ing. Stelvio Calafiore, la NewinPrinting di Michele Pomicino, la presentatrice Donatella Pazzelli sempre disponibile e tutte le persone che sostengono fattivamente questo progetto”.

E' stato un pomeriggio all'insegna della buona musica, come quella che l’orchestra di fiati “Città di Camerino” sa regalare al suo pubblico, con un repertorio che ha spaziato dal tradizionale, al moderno, dalle colonne sonore di film famosi, fino agli immancabili brani di Henghel Gualdi. Un percorso tra curiosità e successi di questa giovane formazione camerte, i cui musicisti si sono formati per la gran parte nelle aule dell’Istituto musicale “Nelio Biondi”, guidata dall’instancabile maestro Vincenzo Correnti. Al termine del concerto è stato eseguito l'inno nazionale di Mameli (cantato in coro da tutti i presenti), che è l’anello d’eccellenza e di congiunzione tra musica e sport, considerato che in luogo erano previsti di seguito eventi legati all'ambito sportivo.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2021 alle 19:06 sul giornale del 22 settembre 2021 - 285 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ckp6





logoEV
logoEV