Camerino: 8 anni di reclusione al 57enne che aveva tentato di uccidere l'ex fidanzata

1' di lettura 23/09/2021 - E' stato condannato a 8 anni di reclusione, il 57enne abruzzese Luca Vincenzo Di Luca, che nel maggio del 2019, aveva tentato di aggredire la sua ex con un coltello dentro al negozio di frutta della donna al Sottocorte Village di Camerino, ferendo alla mano una commessa e reagendo anche all'arrivo dei Carabinieri.

Processato ieri al Tribunale di Macerata per l'accusa di tentato omicidio, il Pm Enrico Riccioni ha chiesto la condanna ad 8 mesi di reclusione, che il Gup Domenico Potetti ha confermato, aggiungendo anche una provvisionale immediatamente esecutiva di 30.000 euro a favore della sua ex camerte (titolare dell'esercizio), che evitò il peggio chiudendosi a chiave nel bagno, mentre l'uomo manifestava con il coltello in mano l'intenzione di volerla uccidere.

La difesa, potrà ricorrere in Appello. Al momento dei fatti l'uomo era sottoposto a sorveglianza vigilata, ma era riuscito ugualmente a raggiungere Camerino dal suo luogo di residenza di Montesilvano (Pescara) e nel tentativo di aggressione minacciò di ucciderla. Già in passato Di Luca era stato protagonista di azioni stalking e minacciose verso la sua ex, assistita dall'avv. Luca Belardinelli di Camerino (nella foto sotto) e per quegli episodi aveva subito già altre condanne. In quest'ultimo tentativo, avvenuto nel pomeriggio del 7 maggio 2019, era stato invece fermato in flagranza di reato dai Carabinieri di Camerino ed arrestato con l'accusa di tentato omicidio.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it





Questo è un articolo pubblicato il 23-09-2021 alle 17:24 sul giornale del 24 settembre 2021 - 468 letture

In questo articolo si parla di cronaca, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ckNY





logoEV
logoEV