Subito una prima giornata intensa in Prima Categoria, il presidente del Camerino: "Campionato equilibrato, si deciderà tutto alla fine"

4' di lettura 24/09/2021 - Sarà una prima giornata interessantissima, quella che darà il via al campionato regionale di Prima Categoria nel girone C, dove per le cinque sorelle dell'alto maceratese quali Camerino, Folgore Castelraimondo, Pioraco, Settempeda e Matelica il debutto non si presenta agevole per la gran parte.

Stando alle premesse gli ostacoli più duri in questo primo turno nelle tre gare di cartello sono per la Settempeda (impegnata nella trasferta con una delle favorite come Casette Verdini), la Folgore Castelraimondo (che riceve in casa l'altra super candidata alla vittoria finale Montemilone Pollenza), quindi spicca anche il super-derby fra il Camerino ed il Matelica Calcio 1921, che sarà diretto da Francesco Tasso della sezione di Macerata. Sarà un campionato privo del Fiuminata Calcio che non si è iscritta, ma anche delle cronache in diretta radio per la chiusura della trasmissione sportiva di Radio C1 "Tribuna Stadio". Alla vigilia dell'inizio del campionato, abbiamo avvicinato il presidente del Camerino Calcio avv. Enrico Pupilli.

Quali sono le aspettative del suo Camerino per questa stagione, dopo un anno di stop?
"Innanzitutto si ricomincia e questa è la cosa più importante - esordisce Pupilli - dopo un anno e mezzo di inattività. Domani ricomincia il campionato e siamo tutti contenti, sia la società che i ragazzi, non vediamo l'ora di iniziare. Le aspettative sono principalmente quelle di divertirsi e di fare sport e continuare quello che avevamo avviato. Dal punto di vista tecnico della squadra, questa è molto giovane, composta dal 95% da ragazzi che provengono dal nostro vivaio, quindi diciamo che l'obiettivo principale è quello di valorizzare il nostro settore giovanile. Abbiamo investito su questo aspetto, siamo consapevoli che il calcio a questi livelli può andare avanti solo grazie alla presenza di un settore giovanile e per questo motivo dallo scorso anno abbiamo iniziato una collaborazione con la Folgore Castelraimondo e ci sarà una gestione congiunta di tutte le categorie giovanili, dai piccoli dei Primi Calci fino agli Allievi."

Un giudizio sul girone C di Prima Categoria?
"Per quanto riguarda il girone C che andremo ad affrontare, la mia sensazione è quella che sarà molto equilibrato, le squadre sono tutte forti, probabilmente ci sono 3 o 4 squadre che possono lottare per la vittoria come Montemilone/Pollenza, Casette Verdini, le solite Matelica e Settempeda, mentre anche l'Appignano è un'ottima squadra. In Coppa noi abbiamo incontrato il Caldarola, che mi ha fatto un'ottima impressione, per cui vedo molto equilibrio e penso che si deciderà proprio alla fine."

Ci si avvia all’inizio della stagione con la rosa già completa, oppure ci saranno novità, anche in virtù dell’infortunio al ginocchio del giocane centrocampista Moriconi?
"La nostra rosa per il momento è al completo. Ultimamente abbiamo dovuto fare i conti con qualche infortunio di troppo e probabilmente il lungo tempo di inattività sarà una variabile che avrà il suo peso in questa stagione. Purtroppo negli ultimi allenamenti abbiamo avuto l'infortunio di un ragazzo che speriamo non sia grave. Noi per ora andiamo avanti con la rosa che ha iniziato ormai da tempo la preparazione e vediamo quello che succede, poi con la riapertura del mercato a dicembre, valuteremo se ci sono prima di tutto delle necessità e poi delle opportunità per ampliare la rosa."

Infine, come ha appreso la chiusura della trasmissione sportiva "Tribuna Stadio" di Radio C1?
"Ho appreso del fatto che Radio C1 non si occuperà più dello sport locale con la trasmissione Tribuna Stadio che era molto seguita. Io in particolare, essendo un ex speaker di Radio C1, sono abbastanza dispiaciuto di questa cosa. Il calcio a livello locale è comunque una cosa seguita. Al di là del fatto che gli sportivi vanno al campo, ci sono tante persone che per tanti motivi non possono assistere alle partite e questo servizio che Radio C1 faceva, era un servizio importante. Mi auguro che a vicenda si possa risolvere e Radio C1 torni a seguire lo sport ed in particolare il calcio a livello locale così come faceva prima".


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 24-09-2021 alle 12:41 sul giornale del 25 settembre 2021 - 747 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ckZu





logoEV