Costituito il comitato per l'ospedale di Camerino, partita anche la raccolta firme (foto)

2' di lettura 28/09/2021 - Grande partecipazione per la costituzione ufficiale del Comitato "Salviamo L'Ospedale di Camerino", che ha visto la luce sabato scorso in una bella mattinata di settembre presso il parco superiore della Rocca dei Borgia.

Presidente del comitato è stato nominato il suo promotore, che ha iniziato il cammino attraverso un gruppo social, vale a dire Angiolo Napolioni. Quella che sembra diventare sempre più una vera battaglia a difesa della struttura sanitaria camerte, prende quindi una forma ben definita.

Il Comitato è amministrato da un consiglio direttivo (composto dai soci fondatori e da un rappresentante di ogni Comune del bacino di utenza dell’Ospedale, scelti tra i soci ordinari). I comuni facenti parte sono i seguenti: Camerino, Muccia, Serravalle di Chienti, Valfornace, Pieve Torina, Visso, Ussita, Fiastra, Bolognola, Castelsantangelo sul Nera, San Severino Marche, Matelica, Castelraimondo, Esanatoglia, Belforte del Chienti, Pioraco, Sefro, Gagliole, Montecavallo, Caldarola, Fiuminata.

A breve saranno resi noti gli altri componenti del direttivo, in attesa di formalizzazione, intanto la campagna della raccolta firme è partita. Fra le oltre 100 persone che hanno aderito a questa assemblea costituente, diversi sindaci dell'entroterra montano, che non solo hanno dato la propria adesione, ma hanno anche ritirato i registri per la raccolta delle firme, che saranno distribuiti nei vari centri, o nelle farmacie che daranno la disponibilità, o in altri punti che daranno l'adesione.

La campagna della raccolta firme a difesa dei diritti della salute su cui si basa la difesa del nosocomio camerte, è già comunque iniziata e tutti potranno sottoscrivere la propria adesione, chi risiede e chi lavora sul territorio. La durata della raccolta firme è prevista almeno per tutto il prossimo mese di ottobre, ma potrebbe prolungarsi. Soddisfazione da parte del neo-costituto comitato per il riscontro e la partecipazione avuta, che è stata particolarmente viva anche sui social, da dove tutto è partito.

Le finalità del Comitato sono quelle di operare in campo sociale, culturale ed istituzionale per scelte maggiormente consapevoli sul territorio in merito alla salvaguardia del presidio ospedaliero di Camerino e suo ripristino operativo (strutture, attrezzatura e personale) alla situazione al 1 gennaio 2019, prima dell'inizio della pandemia. Quindi, di mettere in atto tutte le azioni possibili e ovviamente legali volte a scongiurare la chiusura da parte della Regione Marche dell’Ospedale di Camerino ed il suo ripristino alle condizioni operative ante Covid-19. Inoltre il Comitato si riconosce come punto di riferimento per i cittadini che vogliono presentare proposte per migliorare la qualità della sanità pubblica.

(foto di Augusto Fulgenzi)


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 28-09-2021 alle 18:28 sul giornale del 29 settembre 2021 - 344 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/clAQ





logoEV
logoEV