Attività di soccorso nelle piste sciistiche: incontro con i gestori delle Marche

1' di lettura 01/12/2021 - Fatte conoscere, dal comandante, Francesco Pieroni, e dal medico facente funzione di responsabile dell’Elisoccorso, Giampiero Marinelli, le procedure in caso di emergenza in montagna, in particolare negli impianti di sci.

Proprio per questo nella base operativa “Hems” di San Cassiano sono stati riuniti i gestori degli impianti sciistici di Monte Piselli, Frontone, Bolognola, dei Monti Prada, Carpegna, Catria e Nerone ai quali sono stati fatti conoscere, tempi, piani di volo e assistenza che potrà essere portata direttamente anche nei luoghi più difficili da raggiungere e su tutte l’esigenza di allestire, per quanto possibile, piazzole di atterraggio.

In buona sostanza ai conduttori delle piste innevate, sono stati illustrati i comportamenti da mettere in campo in caso di attivazione del velivolo, quindi, come detto piazzola di sosta, chiusura della pista, quindi predisposizione di ogni procedura atta a favorire nel minor tempo possibile il soccorso. Procedure o meglio protocolli di intervento che i titolari degli impianti, devono poi trasferire a tutto il personale in servizio.

Il momento di comunicazione e al tempo stesso formativo sulla necessità di uniformare il servizio, in particolare in concomitanza con l’inizio delle attività negli impianti, si è rivelato importante e ha avuto il pieno riscontro da parte degli operatori che debbono attuare oltre ai provvedimenti sopra elencati anche le procedure antipandemia.








Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2021 alle 17:04 sul giornale del 02 dicembre 2021 - 149 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, fabriano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cxzK





logoEV