I ragazzi di Castelraimondo riflettono sulla Shoah

2' di lettura 27/01/2022 - L’orrore accaduto in passato viene ricordato per fare in modo che non accada più.

Anche Castelraimondo oggi ha celebrato la Giornata della Memoria. Protagonisti principali i ragazzi della Scuola Secondaria di I grado di Castelraimondo che hanno riflettuto insieme agli insegnanti attraverso letture, poesie, video, cartoni animati e virtual tour dei luoghi dell’olocausto. Nell’atrio della scuola, con le melodie della tradizione ebraica in sottofondo, hanno seguito lo scorrere delle immagini storiche proiettate sul maxischermo costruite intorno al titolo dell’opera di Primo Levi “Se questo è un uomo”. Levi si chiede se veramente può considerarsi tale un uomo privato della propria dignità, del proprio essere “umano”. La riflessione voleva condurli alla consapevolezza che gli errori e gli orrori del passato nascono dall’indifferenza, dall’odio, dalla discriminazione, dalla convinzione di essere superiori agli altri; voleva guidarli alla presa di coscienza che tutto ciò rischia di accadere se si dimentica quanto è successo. I ragazzi hanno deciso di lasciare un segno tangibile dei propri pensieri, delle proprie riflessioni. Su un lenzuolo bianco hanno completato la frase “Questo è un uomo se…” (spostando il “se” alla fine della celebre frase di Primo Levi) scrivendo parole e lasciando l’impronta delle mani quasi a voler ridare dignità a quanti ne sono stati privati e per rimarcare quali sono gli elementi essenziali dell’umanità.

Anche il sindaco di Castelraimondo, Patrizio Leonelli, non dimentica la Shoah e lancia un messaggio di speranza ai cittadini: "Quella di oggi è una data importantissima per non dimenticare, voglio fare mie le parole di Sergio Mattarella quando dice che questa ricorrenza non ci impone solo di ricordare i milioni di morti e le sofferenze di tante vittime innocenti, ma ci invita a combattere ogni forma di razzismo e di intolleranza, a partire dai banchi di scuola – afferma Leonelli -. Penso che la Giornata della Memoria deve essere anche una giornata dedicata alla condanna di ogni forma di discriminazione e violenza. Mi auguro quindi che in un prossimo futuro la nostra società possa essere giusta e solidale".


   

dal Comune di Castelraimondo
www.comune.castelraimondo.mc.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2022 alle 22:11 sul giornale del 28 gennaio 2022 - 289 letture

In questo articolo si parla di attualità, castelraimondo, comune di castelraimondo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/cHX0