Ricetta castagnole alla marchigiana

2' di lettura 10/02/2022 - La ricetta delle castagnole alla marchigiana.

INGREDIENTI
200g di farina 00
2 uova
40g di burro
50g di zucchero
8g di lievito in polvere per dolci
Mezza scorza di limone
1 cucchiaio di liquore all'anice
1 pizzico di sale
1 baccello di vaniglia
Olio di semi di arachide per friggere (quanto basta)
Zucchero

PREPARAZIONE
Per prima cosa prelevate i semi dal baccello di vaniglia e uniteli allo zucchero all'interno di una ciotola, quindi mescolate. In un'altra ciotola mettete la farina e aggiungete nell'ordine le uova e lo zucchero mescolato ai semi di vaniglia, il burro, la scorza di limone grattugiata, il liquore all'anice, 1 pizzico di sale e il lievito setacciato.

Una volta uniti tutti gli ingredienti cominciate a mescolarli e successivamente proseguite impastando a mano fino a ottenere un composto uniforme. Trasferire il composto su un piano di lavoro leggermente infarinato e impastate il tutto fino a ottenere una massa morbida e liscia.

Inziate a scaldare l'olio che dovrà raggiungere la temperatura ottimale di 170°.

Per formare le castagnole prendete un po' di impasto dalla ciotola e, con questo, realizzate un filone su un piano leggermente infarinato. Ritagliate dei pezzetti di pasta di circa 12g e, successivamente, modellate con le mani ciascuna porzione fino a ottenere delle palline.

Una volta che l'olio avrà raggiunto la giusta temperatura immergete pochi pezzi per volta girandoli spesso con una schiumaiola in modo da ottenere una cottura uniforme. Successivamente scolate le castagnole cotte e eliminate l'olio in eccesso posizionandole su un foglio di carta paglia.

Infine prendete una ciotola con lo zucchero e rotolateci le castagnole ancora calde.

Buon appetito!






Questo è un articolo pubblicato il 10-02-2022 alle 14:51 sul giornale del 11 febbraio 2022 - 427 letture

In questo articolo si parla di attualità, carnevale, cucina, marche, castagnole, ricetta, articolo, vivere in cucina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cKUb

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere in cucina





logoEV
logoEV