Pedemontana, a Camerino spuntano resti archeologici

1' di lettura 25/04/2022 - Ritrovamenti archeologici durante i lavori di realizzazione dell’arteria viaria della Pedemontana nel territorio del comune di Camerino.

Durante gli scavi nel bel mezzo del tracciato in località Mergnano San Savino, in corrispondenza con il centro abitato della piccola frazione, sono venute alla luce tracce di insediamenti murari di strutture antiche, che già sono state oggetto di sopralluogo dei tecnici della Soprintendenza dei beni archeologici delle Marche, che hanno tracciato i perimetri e repertato frammenti di pietre, sassi e cocci di migliaia di anni fa.

Dalle prime impressioni, considerate le consistenti parti di struttura muraria affondate su terreno e con linee ben definite sul terreno, l’ipotesi è che si tratti di aree strutturali e non di una via percorribile. Barriere di pietra rinvenute non lontano alla superficie del terreno e che a loro volta segnano delle zone ben precise sullo stesso. Al momento sono state salvaguardate le zone che hanno mostrato gli aspetti più interessanti, per cercare di ricostruire la tipologia di ritrovamento e le dimensioni dell’area interessata. I rilievi proseguiranno nei prossimi giorni, mentre i lavori di scavo per la realizzazione della Pedemontana in quel tratto sono stati sospesi e sicuramente d’ora in avanti proseguiranno con maggiore attenzione.

Per questi ritrovamenti è stata importante la resistenza di quelle barriere murarie agli escavatori che speravano di trovare uno scavo più morbido sul terreno.








Questo è un articolo pubblicato il 25-04-2022 alle 00:43 sul giornale del 26 aprile 2022 - 1958 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/c3Bx





logoEV
logoEV
qrcode