Si infiamma la campagna elettorale a Camerino, i socialisti: "Sborgia lanciato da solo al comando"

2' di lettura 28/04/2022 - Ripartire non da zero, ma da meno 1! Questa è la considerazione che viene spontanea notando la gigantografia pubblicitaria posta nelle vicinanze della rotonda posta in zona le Mosse.

Gli “specialisti del settore” sempre acquattati dietro le quinte, sempre gli stessi, i soliti noti che hanno "dirottato e travasato" nelle ultime elezioni regionali centinaia di preferenze verso candidati indigeni di opposta militanza politica che hanno avuto sempre la nostra Camerino non nel cuore, ma sotto i tacchi delle scarpe. Questa volta questi “perbenisti" personaggi hanno deciso di non aspettare la presentazione della lista completa di tutti i candidati, ma hanno scelto il “lancio dell'uomo solo... al comando” che tanto nocumento e criticità ha portato nella passata amministrazione alla guida (per fortuna breve) della città, ed anche purtroppo nelle altre Istituzioni territoriali e questo senza tema di smentita, basta ricordare i rapporti conflittuali con l'Unione Montana e di conseguenza con la maggior parte del territorio.

Chi credeva di aver visto mettere una pietra sepolcrale su una delle stagioni più brutte e avvilenti della storia amministrativa (non si era mai ricordato l’avvento di un Commissario) si dovrà ricredere, al peggio non c’è mai fine e per di più a volte pure ritornano. Come Coordinamento Socialista di Camerino, ci rendiamo conto che scrivere di questo, all’inizio di una nuova tornata elettorale non è facile e forse inopportuno, ma è un rischio che vogliamo consapevolmente correre per il rispetto e l’amore che abbiamo verso la nostra città, dove abbiamo da sempre le nostre radici, a differenza di coloro che anche con questo inizio di campagna elettorale stanno investendo prima di tutto, su interessi e immagini individuali, invece di quelli collettivi, è vero che la Democrazia costa, ma la dittatura di più.

Ribadiamo con forza e convinzione il sostegno a coloro che con coraggio ed onestà morale hanno posto fine alla scorsa amministrazione cittadina e ci riferiamo agli ex Consiglieri Fanelli, Pennesi e Sartori che si erano resi conto che era impossibile lavorare con certi personaggi per il bene della città e che sono stati attaccati inopinatamente in maniera “vile e spudorata” e invece dovrebbero essere ringraziati, infatti con il loro gesto hanno dimostrato che avevano posto in essere la loro candidatura per puro volontariato come occasione di servizio alla città, pertanto da noi troveranno sempre sostegno e solidarietà.


   

da Coordinamento Socialista Camerino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-04-2022 alle 12:51 sul giornale del 29 aprile 2022 - 1120 letture

In questo articolo si parla di politica, camerino, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/c4m0





logoEV
logoEV
qrcode


Cookie Policy