Cas e Sae, procedure solo sul web: "Come faranno i tanti anziani?"

2' di lettura 05/05/2022 - “L’Assessore Guido Castelli sta promuovendo i passi necessari per andare incontro alle necessità che anche a livello personale mi erano state manifestate da molti cittadini terremotati in merito ad alcune novità burocratiche. La Regione, quindi, si è fatta portatrice di queste preoccupazioni tramite una lettera che lo stesso Castelli ha prontamente inviato al Commissario Straordinario del Governo ai fini della Ricostruzione, Giovanni Legnini”.

Questo il commento del consigliere di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale delle Marche, Elena Leonardi, nonché presidente della IV Commissione consiliare Permanente Sanità, in merito alle nuove disposizioni per CAS e SAE.

“La Regione Marche ha ben chiara la situazione delle zone terremotate del sisma del Centro Italia. È una delle priorità che stiamo portando avanti fin dal nostro insediamento affinché si arrivi, presto e bene, a una accelerazione definitiva nella ricostruzione. Molti marchigiani interessati mi hanno fatto presente come quest’anno la normativa sia stata cambiata per quel che riguarda la conferma del diritto a percepire il Contributo di Autonoma Sistemazione o a rimanere nelle Soluzioni Abitative di Emergenza. Vale a dire, dovrà tutto essere svolto utilizzando un’apposita piattaforma web e, di conseguenza, con la compilazione online della relativa modulistica, entro il 31 maggio, utilizzando come credenziali di accesso: carta di identità elettronica; spid; carta nazionale dei servizi. Probabilmente la ratio che ha spinto a questa decisione è anche giusta e porterebbe a una velocizzazione burocratica. Ma ha anche generato una forte preoccupazione e, credo, che si debba e si possa prevedere la possibilità di alcune deroghe, considerando l’età avanzata di molta della popolazione colpita dal sisma del 2016. Sono tanti gli anziani che non sono ancora dotati dei sistemi di riconoscimento indicati, senza considerare che la stragrande maggioranza non possiede, inoltre, i dispositivi informatici e smartphone necessari per poter utilizzare la piattaforma web dedicata, rispettando quindi i termini previsti dall’ordinanza, il 31 maggio prossimo".

"Mi associo alle richieste avanzate dall’assessore Castelli al commissario Legnini: permettere, per chi non fosse ancora dotato dei sistemi web, di presentare l’istanza ai Comuni anche attraverso il tradizionale modulo cartaceo rendendolo disponibile con le stesse informazioni presenti nel modulo digitale; valutare la possibilità di considerare la scadenza del 31 maggio prossimo, quale termine ordinatorio e non perentorio. Il tutto – conclude il consigliere di Fratelli d’Italia, Elena Leonardi – per consentire una migliore gestione delle attività in capo agli uffici comunali e la possibilità per i beneficiari di presentare le proprie istanze in modalità telematica o cartacea correttamente compilate e verificate. Si tratta di richieste di buon senso che avranno il merito, se accolte, di non aggravare ulteriormente una situazione di preoccupazione che si sta venendo a determinare”.


da Elena Leonardi, Consigliera regionale di Fratelli d'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-05-2022 alle 14:46 sul giornale del 06 maggio 2022 - 349 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c5Re





logoEV
logoEV