Citracca si ricandida per Valfornace

citracca 2' di lettura 28/05/2022 - La realizzazione del nuovo polo museale, la delocalizzazione delle case Erap e la nuova sistemazione di una parte degli uffici Comunali, quelli strategici mentre gli altri resteranno nell’edificio originario di piazza Vittorio Veneto, che sarà resa possibile grazie al recupero di tre immobili, in via Don Luigi Orione, abbandonati da più di un decennio che rappresentano, da troppo tempo, un elemento di degrado per tutta la cittadina.

Passa da queste priorità la ricandidatura di Massimo Citratta a sindaco di Valfornace, l’unione dei Comuni nata dalla fusione tra Pievebovigliana e Fiordimonte. Proprio dall’esperienza di questi cinque difficili anni, che hanno visto la comunità tra dopo terremoto ed emergenza sanitaria da Covid19 vivere davvero i momenti più difficili della storia di questi territori; il primo cittadino uscente vuole ripartire, con una nuova squadra, per dare un senso a quanto fatto fino ad ora e per completare un percorso che non mancherà di essere animato da tante novità.

All’appuntamento elettorale del 12 giugno, Citracca si presenterà con la lista “Per Valfornace. Noi con Voi” formata da persone con molta esperienza che, da sempre, vivono la realtà locale, che sono amanti del proprio territorio e che vogliono accompagnare lo stesso verso un futuro fatto di normalità con il ritorno alla quotidianità di una comunità costretta oggi in parte a migrare altrove. Un percorso, quello di Citracca, già avviato e pianificato con il Programma Straordinario per la Ricostruzione in fase ormai di elaborazione definitiva da parte dell’Usr nel quale sono previsti una serie di interventi in linea con una visione moderna di Valfornace.

Rilevante per tutti i cittadini sarà sicuramente l’approvazione del progetto definitivo per la realizzazione delle nuove scuole, i cui lavori inizieranno entro l’anno in corso. Ma di grande interesse saranno anche i lavori per il rifacimento del ponte all’ingresso del capoluogo e la messa in sicurezza del torrente Fornace, che libererà un’intera area a ridosso del centro abitato di Pievebovigliana dal vincolo idrogeologico, misura essenziale anche per la ricostruzione privata della Pieve del domani. Non tutte le realtà del cratere possono vantare così importanti traguardi ma la lista “Per Valfornace. Noi con Voi” per i prossimi anni ha in progetto anche una serie di azioni per la valorizzazione e la promozione del piccolo borgo, già inserito all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini e detentore di una serie di ricchezze paesaggistiche, ambientali e storico-monumentali uniche.

Un ultimo capitolo, infine, sarà dedicato ai giovani attraverso l’offerta di nuove opportunità per le giovani generazioni, nell’ottica del contrasto all’abbandono dell’entroterra. Perché è dalle proprie radici che questi territorio vogliono ripartire.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-05-2022 alle 11:38 sul giornale del 30 maggio 2022 - 326 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c9DY